Connettiti con noi

Business

Baguette, champagne e innovazione: cosa dobbiamo imparare dalla Francia

Un’azienda su cinque tra le Technology Fast 500 Emea di Deloitte con maggiore crescita è francese. In Italia si salvano solo la digital company Caffeina (+992%), Afinna One e FiloBlu

La Francia è la nuova regina dell’hi tech. Parigi batte tutti i concorrenti Emea nella classifica Technology Fast 500 Emea di Deloitte sulle imprese hi tech che hanno registrato i più alti tassi di crescita dei ricavi negli ultimi quattro anni. Quasi un’azienda su cinque tra le top 500 è francese: sono 97 per la precisione le che hanno onseguito una crescita straordinaria. A seguire ci sono Regno Unito (92 aziende) e Paesi Bassi (50).

«A trainare è il settore media, a cui appartengono le aziende con l’indice di crescita più alto (2.107%), con un’esplosione delle digital agency. Il software domina invece per numero di presenze con 334 aziende su 500. Nel 2017 aumenta poi il tasso di crescita massimo, passato a 107.117% rispetto a 28.126% del 2016, e a registrarlo è il colosso inglese Deliveroo che è in cima alla classifica.Al secondo posto c’è un’azienda tedesca (Lesara) con un tasso di crescita del 71.981% negli ultimi quattro anni, seguita da una islandese, Guide to Iceland (30.314%). Nella top five c’è anche una società israeliana (16.230%), youAPPi Ltd, davanti a un’altra inglese, Bloom & Wild.

Technology Fast 500 Emea di Deloitte: che lezione dalla Francia

E l’Italia? Si piazza al 12esimo posto su 18 Paesi inseriti nella Technology Fast 500 Emea di Deloitte. Sono appena 8 i nostri rappresentanti in classifica. Tra le italiane, al primo posto c’è Caffeina, digital agency di Parma, che ha segnato un tasso di crescita del 992%, seguita da Afinna One (910%), azienda romana del settore tlc, e dalla veneta FiloBlu (813%) che si occupa dello sviluppo di canali di vendita e brand awarness.

La nota positiva è che «l’Italia è migliorata rispetto al passato, se si considera che cinque anni fa non era presente neanche un’azienda nella classifica», commenta Alberto Donato, partner Deloitte, osservando, dall’altro lato, che il Paese «si porta dietro il problema dell’accesso al credito, i problemi giuslavoristici e le difficoltà che ancora permangono con la lingua inglese».

Credits Images:

L'inglese Deliveroo è l'azienda hi tech con i più alti tassi di crescita negli ultimi quattro anni secondo la Technology Fast 500 Emea  di Deloitte