Connettiti con noi

Business

Ecco quanto guadagnano i politici rispetto a un lavoratore medio

Lo stipendio annuo del Presidente Sergio Mattarella è pari a 386.400 dollari, circa 7,5 volte il reddito di un lavoratore medio. Il confronto con gli altri Paesi

Non è solo un luogo comune. È proprio vero che i leader politici spesso vengono strapagati. Se la gente fa fatica ad arrivare a fine mese perché il costo della vita continua a salire mentre gli stipendi rimangono stabili o addirittura diminuiscono, i nostri amministratori guadagnano sempre di più. La conferma arriva da un’indagine condotta da Adzuna, società che si occupa di annunci di lavoro, che ha messo a confronto il salario annuale dei governanti con quello di un lavoratore medio in diversi Paesi del mondo. Ebbene, è emerso che in molti casi le differenze sono davvero consistenti. La medaglia d’oro per il maggior gap spetta al Sud Africa: il neo elettro presidente Cyril Ramaphos, infatti, guadagna 341.803 dollari, 19 volte di più del sudafricano medio, che in un anno incassa 18.193 dollari. Al secondo posto Singapore: il primo ministro Lee Hsien Loong prende 2,220,512 dollari all’anno, contro i 126,224 dollari destinati alle persone comuni. Medaglia di bronzo, invece, per l’India: al suo presidente Ram Nath Kovind vanno 112, 861 dollari contro i 9,821 dollari del lavoratore medio.

E i politici del G7 quanto guadagnano?

Fra i politici del mondo, quello che guadagna meno è il presidente cinese Xi Jinping, leader del partito comunista al governo: incassa solo 27.531 all’anno, poco di più del lavoratore medio cinese, che guadagna 23.345 dollari all’anno. E in Italia come siamo messi? Lo stipendio annuo del nostro presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, è pari a 386.400 dollari, circa 7,5 volte il reddito del lavoratore medio, fermo a 52,003 dollari. Una differenza che ci fa guadagnare la 12esima posizione nella speciale classifica redatta da Adzuna. Fra gli altri membri del G7 solo la Germania viene prima di noi. Negli Usa, in Giappone, nel Regno Unito e in Francia il gap è minore.

Credits Images:

Il presidente della Repubblica italiana, Sergio Mattarella © Getty Images