Connettiti con noi

Business

Rai: bilancio in perdita di 98,2 milioni

Il gruppo di viale Mazzini precisa che la perdita prevista era di 118 milioni di euro. Per il 2011 si prevede una chiusura in attivo di 20 milioni

Il Consiglio di amministrazione della Rai ha approvato all’unanimità il progetto di bilancio civilistico di Rai e di bilancio consolidato di Gruppo per l’esercizio 2010, che verrà sottoposto all’Azionista. L’esercizio 2010 del Gruppo Rai si chiude con una perdita pari a 98,2 milioni di euro (si prevedeva una perdita di 118 milioni). “Questo risultato – spiega una nota Rai – si è reso possibile grazie agli interventi di razionalizzazione e contenimento dei costi”. La posizione finanziaria resta stabile rispetto al 2009, mentre per il 2011 si prevede un in attivo di 20 milioni. “L’andamento della gestione del 2010 ha permesso di migliorare le previsioni del budget e di superare le aspettative rispetto al percorso tracciato dal Piano Industriale 2010-2012 che ha come obiettivo il raggiungimento dell’equilibrio economico strutturale entro il 2012”.La perdita 2010 – fa notare ancora l’azienda – è stata contenuta nonostante il rilevante e persistente fenomeno dell’evasione da canone ordinario e speciale, i crescenti impegni finanziari da Servizio Pubblico e gli ingenti investimenti che la Rai ha dovuto affrontare nell’anno appena trascorso per l’adeguamento tecnologico del digitale terrestre.