Connettiti con noi

Business

Baby pensioni, un fardello da 150 miliardi

Quanto costano le baby pensioni? E quanto futuro hanno tolto alle giovani generazioni i fortunati del 1973. Ecco i conti aggiornati al 2012

Quanto costano le baby pensioni? 150 miliardi. Ecco il conto che le giovani generazioni potrebbero presentare a quelle più anziane e agli sciagurati politici che nel 1973 permisero a degli arzilli 50enni di ritirarsi dal lavoro e di vivere “di rendita”. Così mentre i lavoratori di oggi scoprono che dal 2019 l’eta pensionabile salirà a 67 anni, grazie all’aumento dell’aspettativa di vita di 5 mesi certificato dall’Istat, continuano a pagare un balzello pesante per mantenere una tassa costata già «150 miliardi», secondo i calcoli dell’avvocato dell’istituto di previdenza, Luigi Caliulo durante l’udienza della Corte Costituzionale sull’adeguamento delle pensioni al costo della vita. E la stima risale addirittura al 2012

Baby pensioni, quanto costano e come nacquero

Le baby pensioni furono uno sciagurato regalo del governo Rumor (Dc, Psi, Psdi e Pri) ai dipendenti pubblici nel 1973. Negli anni d’oro del centrosinistra la crescita permetteva di azzardare iniziative del genere, ma presto la crisi petrolifera avrebbe cambiato le carte. Così i politic concedettero alle dipendenti statali con figli di andare in pensione dopo 14 anni, sei mesi e un giorno, mentre era già possibile ai lavoratori pubblici lasciare il servizio dopo 19 anni e mezzo. E per i lavoratori degli enti locali il tetto era fissato a 25 anni. Così ci fu persino chi riuscì ad andare in pensione a 29 anni, come l’ex bidella Ermanna Cossio – la cui storia venne raccontata dal Corriere della Sera – che da allora viveva con un assegno praticamente pari all’ultimo stipendio. Secondo gli ultimi calcoli, sono circa mezzo milione i pensionati under 50 che costano allo Stato quasi 10 miliardi all’anno. E noi? Nel 2050 andremo in pensione a 70 anni.

Non c’è rimedio alle baby pensioni

Perché nel frattempo le leggi sono state inasprite e i tetti innalzati, ma non c’è stato rimedio alle baby pensioni che vengono pagate, insieme alle altre, dai giovani che versano il contributo di solidarietà. Non è stato possibile ricalcolare gli assegni con il metodo contributivo né operare altre misure riduttive, tra la lentezza dello Stato e gli stop della Corte di Cassazione a ogni revisione.

Credits Images:

© Be-Younger.com