Connettiti con noi

Business

Incentivi: ecco dove sono finiti i 300 milioni del fondo

Solo 16 milioni per i motocicli e 26 milioni per la banda larga. Le cucine componibili sono state il settore più richiesto dopo le macchine agricole. Circa 167 milioni destinati ai consumatori, il resto alle imprese

Dopo la notizia dell’esaurimento totale del fondo di 300 milioni destinato agli incentivi, il ministero dello Sviluppo Economico ha comunicato anche i dati per ogni singolo settore. Come già annunciato nei giorni scorsi, a intercettare il maggior numero di contributi sono state le macchine agricole, con prenotazioni pari a 76 milioni di euro, mentre il secondo settore più gettonato è stato quello delle cucine componibili, che hanno interessato 85.500 pezzi pari a 60 milioni di euro. Seguono gli elettrodomestici, dove sono stati prenotati 500 mila pezzi per oltre 41 milioni di euro (contro i 50 previsti lo scorso aprile per questi prodotti). Quarto settore per prenotazioni è quello della nautica, che porta a casa circa 40 milioni di euro. Viene poi la banda larga, con 530 mila contributi per un importo di oltre 26 milioni. Gli immobili ad alta efficienza energetica hanno totalizzato 20 milioni di euro. Stessa cifra per gru, rimorchi ed efficienza energetica. Ultimi classificati i motocicli e biciclette a pedalata assistita: prenotati incentivi per 34 mila pezzi pari a 16 milioni di euro.Il ministero stima che circa 167 milioni di euro abbiano incentivato tipologie di prodotto destinate ai consumatori finali (come elettrodomestici, cucine o motocicli), mentre la restante parte ha avvantaggiato le imprese.

Credits Images:

Il settore più richiesto degli incentivi è stato
quello delle macchine agricole