Connettiti con noi

Business

Fastweb sposa il crowdfunding, fino a 10 mila euro per nuove idee d’impresa

Al via il progetto sul portale Eppela.com: le start up che riceveranno dalla Rete il 50% del budget, otterranno il finanziamento dall’operatore di Tlc

Fino a 10 mila euro di cofinanziamento per sostenere coloro che scommettono sul crowdfunding per la propria idea d’impresa. È questa l’ultima iniziativa di Fastweb che, con il programma Fast Up, punta a sostenere idee, servizi e applicazioni per avvicinare le persone alla tecnologia e per migliorare la vita in casa e nelle città con l’aiuto del digitale. Con Fast Up i progetti che avranno raccolto dalla Rete il 50% del budget richiesto sul portale di crowdfunding Eppela.com saranno selezionati e cofinanziati dall’operatore di Tlc per il restante 50%. “Vogliamo arricchire la vita e il lavoro attraverso internet”, ha dichiarato Sergio Scalpelli, direttore delle relazioni esterne di Fastweb. “Abbiamo deciso di intraprendere un percorso di apertura verso il mondo delle start up e del crowdfunding contribuendo a iniziative che incoraggino l’innovazione e la diffusione della cultura digitale. Crediamo che anche in Italia le idee possano crescere e diventare grandi”.

I SETTORI. Fastweb selezionerà solo i progetti che rientrano nei campi dell’educazione digitale, delle smart cities, dell’Internet delle cose, della robotica e delle domotica. L’iniziativa Fast Up prevede un budget complessivo di 90 mila euro entro dicembre 2014. La proprietà dell’idea rimarrà a chi la propone.

ONLINE LE PRIME START UP. I primi progetti sono già stati lanciati su www.eppela.com/fastup. Le idee selezionate sono Ovumque, un kit domotico che gestisce elettrodomestici e climatizazzione, Asso Wi-Fi, una piattaforma di autenticazione per il wi-fi free e Drone on the Beauty, un drone che ha il compito di mappare i posti più nascosti dell’Italia. I progetti finanziati saranno seguiti per un anno dal team di Eppela, con consigli e indicazioni utili per il loro avviamento e la loro valorizzazione. Lo sviluppo dei progetti sarà inoltre progressivamente raccontato e monitorato attraverso i canali di comunicazione di Eppela, e di Fastweb, favorendo in questo modo la visibilità delle idee e la possibilità che altri si interessino alle iniziative sostenendole attivamente.