Coronavirus: un decreto da oltre 7,5 miliardi per tenere a galla l’economia italiana

Gli effetti catastrofici del Coronavirus si faranno sentire presto a livello economico. Il governo corre ai ripari e si prepara a sforare il deficit dello 0,3% del prodotto interno lordo. Con buona pace delle istituzioni europee

Cinema, palestre, scuole e altre attività chiuse, ristoranti ridotti all’osso, migliaia di imprese sull’orlo del baratro. È, in breve, l’effetto Coronavirus sul sistema economico italiano, che rischia di entrare in una spirale recessiva ben peggiore di quella del 2008. Per far fronte alla crisi in atto, è atteso per mercoledì un decreto legge che finanzierà gli interventi necessari a contrasto dell’emergenza sanitaria. Come riportato dal Corriere della Sera, non sono state rese noti i provvedimenti, ma è possibile che il decreto legge avrà un valore superiore ai 7,5 miliardi di euro di cui si è parlato nei giorni scorsi.

Non si arriverà, forse, ai 30 miliardi di euro chiesti dalle opposizioni, ma tutti sono ben consapevoli che si dovrà andare ben oltre lo sforamento dello 0,3% del prodotto interno lordo imposto dalle istituzioni europee, ma questo è l’ultimo dei pensieri dell’Italia in questo momento di emergenza. Le priorità, al momento, sembrerebbero due: dare tutti i fondi necessari al sistema sanitario (che sta ricevendo sostegno anche dal mondo delle imprese) e sostenere le retribuzioni dei lavoratori e la continuità delle aziende.

© Riproduzione riservata