Business Italia-Iran, il vademecum di Sace per le imprese

La rimozione delle sanzioni nei confronti di Teheran può favorire un business di circa 3 miliardi di euro per l’export del nostro Paese. Alcuni consigli per "approcciare" il mercato nel migliore dei modi

Nuove opportunità per l’export delle imprese italiane. Con la rimozione delle sanzioni internazionali nei confronti dell’Iran, il progressivo ritorno agli scambi commerciali e all’attrazione degli investimenti esteri da parte di Teheran, per le aziende italiane si apre un’importante arteria commerciale che potrebbe portare a un incremento delle esportazioni made in Italy di quasi 3 miliardi di euro entro il 2018. È quanto calcolato da Sace, che dedica un apposito vademecum per quelle imprese interessate a costruire o ripristinare rapporti commerciali o finanziari con l’Iran.

PER SUPERARE I PRIMI OSTACOLI. Si tratta di uno strumento utile, si sottolinea dal gruppo assicurativo-finanziario, per affrontare un mercato complesso, che sta ritornando sulla scena economica internazionale ma continua a presentare profili di rischio elevati e difficoltà operative di natura diversa (legale, documentale, operativa). All’interno del vademecum, oltre a una serie di numeri e informazioni, Sace offre una raccolta di “10 regole d’oro per fare business in Iran”, 5 consigli sulla cultura iraniana e altrettanti sulla business etiquette del Paese.

© Riproduzione riservata