Auto, tornano gli ecoincentivi

Pubblicato in Gazzetta Ufficiale il decreto che regola il finanziamento per il 2013-2015. Bonus fino a 5 mila euro, veicoli acquistabili anche in leasing, purché si rottami. Priorità a trasporto pubblico, taxi e veicoli strumentali per aziende

Stanziati 40 milioni di euro nel 2013 di ecoincentivi per l’acquisto di un’auto a basse emissioni complessive; altri 80 milioni saranno distribuiti tra 2014 e 2015. È quanto prevede il decreto firmato l’11 gennaio 2013 dal ministero dello Sviluppo economico (Mise), appena pubblicato in Gazzetta Ufficiale (leggi). Chi rottama un’auto e ne acquista, anche in leasing, una a basse emissioni complessive, potrà beneficiare di un contributo statale fino a 5 mila euro. La priorità ai fondi – gestita da una piattaforma informatica del Mise – sarà data ai trasporti pubblici, a mezzi di trasporto di terzi dietro corrispettivo (come i taxi) e veicoli destinati a essere esclusivamente come beni strumentali per l’impresa. Il rischio, come sottolinea il quotidiano Italia Oggi, che riporta la notizia sugli ecoincentivi, è che ai privati resti poco. Sui 40 milioni di euro stanziati quest’anno, solo 4,5 saranno destinati ai privati.

© Riproduzione riservata