Addio alle super aziende: Hpe licenzia 5 mila dipendenti

Hewlett Packard Enterprise - l'azienda dedicata al mondo corporate nata dalla scissione di Hp - lavora alla riduzione del 10% della forza lavoro per eliminare i business meno redditizi

Addio alle super aziende: il colosso Usa Hpe dà il via a un piano di licenziamenti che colpirà il 10% della sua forza lavoro. Hewlett Packard Enterprise starebbe lavorando su di razionalizzazione del business per liberarsi delle divisioni in difficoltà per concentrarsi sui mercati più redditizi. Il risultato? Circa 5 mila persone che rischiano di restare a casa entro la fine di quest’anno, come riporta Bloomberg (nessun commento da parte dell’azienda).

Addio alle super aziende: Hpe licenzia 5 mila dipendenti

Il taglio dovrebbe coinvolgere lavoratori negli Stati Uniti e all’estero, manager compresi. L’obiettivo, annunciato di recente dal Chief Financial Officer, Tim Stonesifer, è quello di risparmiare 1,5 miliardi di dollari nell’arco di un triennio. Ecco perché proseguirà la riduzione delle linee di business voluta dal Ceo Meg Whitman per permettere il ritorno dei dividendi agli azionisti.

Hp continua a crescere dopo l’acquisizione per un miliardo di dollari delle stampanti Samsung e dei loro 6 mila lavoratori, soffre la divisione software nata dalla divisione dell’azienda nel 2015. Hewlett Packard Enterprise si occupa di cybersecurity, wi-fi aziendale, servizi cloud, server e altre tecnologie corporate. Hpe era già stata allegerita negli ultimi tempo delle sue divisioni di consulenza e in Cina. Non è bastata questo e così Whitman ha annunciato entro la fine dell’anno per Hpe «una delle più ampie trasformazioni nella storia del business americano».

© Riproduzione riservata