Calcio, Serie A: cinque advisor per i diritti 2015-2018

In Lega le manifestazioni di interesse dei competitor di Infront. Sempre in primo piano l’ipotesi di un canale in proprio

Infront non è più solo: altri quattro player hanno presentato le proprie manifestazioni di interesse per gestire i prossimi campionati di calcio (stagioni 2015-2018): si tratta di Img, Wasserman, Kpmg e PricewaterhouseCoopers. La proposta di Infront, va ricordato, è di 5,49 miliardi di euro per le stagioni 2015-2021: la società è stata convocata per oggi, lunedì 21 ottobre, per un incontro in vista dell’assemblea del 28. Il presidente della Lega Calcio, Maurizio Beretta, ha dichiarato a la Repubblica – Affari e Finanza di aver intenzione di definire il rinnovo dei diritti Tv (che contano per il 65% dei ricavi del calcio) entro la prossima estate. Beretta è tornato anche sulla questione del canale gestito dalla Lega: l’associazione sarebbe già in grado di arrivare fino alla produzione del segnale, mentre la trasmissione delle partite e la loro commercializzazione verrebbe affidata a un terzo soggetto a fronte di ricavi certi.

© Riproduzione riservata