Bond Mediobanca per 500 milioni: la domanda supera i 2 miliardi

Il ‘Sustainability Senior Non Preferred Bond’ con durata di 4 anni ha registrato la più alta richiesta tra le recenti emissioni di Mediobanca

Mediobanca-Premier-Piazzetta-Cuccia

Si è concluso con una domanda record il recente collocamento Sustainability Senior Non Preferred Bond di Mediobanca. Il bond, con durata 4 anni (scadenza settembre 2027) e opzione call dopo i primi tre anni per un ammontare complessivo di 500 milioni di euro ha registrato ordini per oltre 2 miliardi di euro, quattro volte l’ammontare obiettivo del Bond.

Una richiesta che si attesta come la più alta registrata tra le recenti emissioni di Mediobanca e che ha permesso all’istituto di Piazzetta Cuccia di rivedere il rendimento inizialmente comunicato al mercato (170 bps sopra il mid-swap) fissandolo a quota 145 bps.

Sustainability Senior Non Preferred Bond di Mediobanca

Il nuovo prestito obbligazionario garantirà una cedola pari al 4,875% e rappresenta il primo strumento non senior e il primo bond Esg collocato dal Gruppo Mediobanca in attuazione del Piano Strategico 2023-26 One Brand One Culture.

La distribuzione del bond ha visto la partecipazione dei principali investitori istituzionali esteri (73%, con ordini in particolare da Germania, Austria e Svizzera per il 22%, da Regno Unito e Irlanda per il 13%, dalla Francia per il 29% e dalla Spagna per il 4%) e italiani (ordini pari al 27%).

© Riproduzione riservata