Connettiti con noi

Business

Bankitalia: al 5% delle famiglie il 46% della ricchezza totale

architecture-alternativo Credits: francescoch/iStockPhoto

Il 5% delle famiglie italiane più ricche detiene circa il 46% della ricchezza netta totale, corrispondente a poco più di 11 mila miliardi di euro. Il messaggio, diffuso ieri e contenuto nell’analisi che la Banca d’Italia ha realizzato nell’ambito delle ricerche della Banca Centrale Europea, è piuttosto chiaro: nel nostro Paese le disuguaglianze sono consolidate, se non in peggioramento. Il 50% più povero può contare su meno dell’8% della ricchezza.

I dati di Bankitalia, risalenti alla fine del 2022 e frutto dei primi risultati delle nuove statistiche sperimentali trimestrali sui conti distributivi sulla ricchezza (Distributional Wealth Accounts, Dwa), specificano che i principali indici “sono rimasti sostanzialmente stabili tra il 2017 e il 2022, dopo essere aumentati tra il 2010 e il 2016”.

Secondo lo studio, mentre i più benestanti vantano un portafoglio finanziario diversificato –  azioni, fondi, polizze – la ricchezza delle famiglie meno abbienti possiedono principalmente la propria casa. Tutte le cifre elaborate nell’indagine, naturalmente, non possono tenere in considerazione il sommerso e l’evasione fiscale.

Secondo le rilevazioni della Banca Centrale Europea, negli ultimi cinque anni la ricchezza netta delle famiglie europee è cresciuta del 29%, raggiungendo quota 13 mila miliardi e 700 milioni di euro.