Connettiti con noi

Business

A Progressio Sgr la maggioranza di Archiva Group 

Prima operazione per il fondo di Private Equity Progressio Investimenti IV, che punta a supportare l’espansione della società attraverso il rafforzamento dell’offerta e una strategia mirata di M&A, in Italia e all’estero

Cvc EY Credits: Shutterstock

Progressio Sgr, attraverso il fondo di private equity Progressio Investimenti IV, ha sottoscritto un accordo vincolante con gli azionisti e il management di Archiva Group per un investimento di maggioranza nel capitale della società. L’operazione verrà completata nelle prossime settimane, con il fondatore e amministratore delegato, Giuliano Marone, che reinvestirà insieme a Progressio, mantenendo il suo ruolo operativo a conferma del suo pieno coinvolgimento nel progetto.

“La partnership strategica con Progressio arriva in un momento di grande evoluzione per Archiva Group che negli ultimi anni ha intrapreso un importante percorso di investimenti per dotarsi di soluzioni tecnologiche innovative in grado di migliorare costantemente l’ampiezza e il livello dei servizi offerti ai propri clienti”, ha commentato Marone. “Sono confidente che saremo in grado di trarre vantaggio dalle opportunità che il trend di transizione digitale presenta, continuando a offrire un connubio unico tra presidio dell’innovazione tecnologica, evoluzione della normativa e ridisegno dei processi aziendali”.

Da oltre 25 anni Archiva Group fornisce consulenza, servizi e tecnologie in ambito digitale a una base clienti attiva di oltre 1.500 imprese di medie/grandi dimensioni e multinazionali. Con una copertura di oltre 40 Paesi, Archiva Group è organizzata in practices specializzate: Admistration & Finance, Procurement, HR & People Management, Legal e ICT.

Perché Progressio Sgr investe in Archiva Group

Progressio si pone l’obiettivo di supportare la società in un ambizioso piano di crescita attraverso il continuo arricchimento dell’offerta di Archiva Group per rafforzare le partnership con i principali clienti, guardando con grande attenzione alle soluzioni di Intelligenza Artificiale, che la società ha già iniziato a integrare nella propria offerta, e ai temi di Cybersecurity e sicurezza delle informazioni. Il piano strategico prevede anche importanti opportunità di crescita tramite una mirata strategia di M&A orientata alla ricerca di altre realtà sinergiche al progetto, in Italia e all’estero.

“Siamo entusiasti di collaborare con un imprenditore lungimirante e un management team di solida e comprovata professionalità che sono stati in grado di sviluppare un’offerta unica che combina l’erogazione di servizi con soluzioni tecnologiche innovative”, ha dichiarato Massimo Dan, Partner di Progressio. “Siamo dunque felici che il primo investimento del nuovo fondo Progressio Investimenti IV sia in un gruppo unico come Archiva che ha dimostrato di avere i valori e le competenze necessarie per aiutare importanti aziende a evolvere il proprio modello di business, coniugando l’evoluzione normativa con quella tecnologica”.

Il fondo Progressio Investimenti IV

Archiva Group rappresenta il primo investimento siglato dal fondo di private equity Progressio Investimenti IV, che ha iniziato la propria operatività nel primo trimestre 2024 avendo eseguito il primo closing della raccolta alla fine di gennaio con impegni superiori a 182 milioni di euro. Il Fondo Progressio Investimenti IV – con un target di raccolta a 300 milioni di euro – ha attratto sottoscrizioni da investitori leader nel panorama italiano ed europeo (sia nuovi che dei precedenti fondi) tra cui fondi di fondi, banche, fondi pensione, casse di previdenza, imprenditori e family office, mentre il management team di Progressio ha investito complessivamente 6 milioni di euro. La strategia di investimento del fondo, che si propone di effettuare tra 8 e 10 investimenti, è focalizzata sui settori Lifestyle, Healthcare, Industriale e Meccanico, Alimentare e Digital. In particolare, Archiva Group rappresenta il quinto deal (inclusi gli add-on) di Progressio nel settore Digital negli ultimi quattro anni.