Giorgio Graditi direttore generale dell’Enea

Giorgio Graditi, 53 anni, è stato nominato direttore generale dell’Enea, Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l'energia e lo sviluppo economico sostenibile. 

Dottore di ricerca in Ingegneria elettrica all’Università degli Studi di Palermo, Graditi ricopre attualmente in Enea il ruolo di direttore del dipartimento di Tecnologie energetiche e Fonti rinnovabili e di coordinatore per il Pnrr. La sua carriera in Enea è iniziata nel 2000 con numerosi incarichi e responsabilità di iniziative e progetti nell’ambito del settore delle tecnologie energetiche e delle fonti rinnovabili. Attualmente è anche presidente di Medener, associazione delle Agenzie per l’energia, l’efficienza energetica e le fonti rinnovabili dei Paesi del Mediterraneo, oltre a essere responsabile di diversi progetti e iniziative a livello nazionale e internazionale e ricoprire l’incarico di coordinatore del comitato tecnico-scientifico del cluster tecnologico nazionale Energia. Inoltre, è responsabile dell’Accordo di programma sull’idrogeno tra Enea e Ministero dell’Ambiente e della Sicurezza energetica nell’ambito del Pnrr e dell’Accordo di programma su smart grid, idrogeno e materiali avanzati per l’energia tra Enea e Ministero delle Imprese e del Made in Italy.