Niente pioggia, cielo sereno e assenza di correnti. Questa estate fuori stagione inizia ad a creare i primi disagi. A Milano ad esempio è tornata l’emergenza smog. Nel capoluogo lombardo il prossimo 9 ottobre potrebbe celebrarsi la prima domenica a piedi della stagione. L’Arpa, l’agenzia regionale per la protezione dell’Ambiente che monitora il livello delle concentrazioni di polveri sottili nell’aria, ha già registrato dieci giorni consecutivi di superamento della soglia di attenzione del Pm10. Quindi, come recita una nota diramata dal Comune, se nei prossimi due giorni i valori delle concentrazioni si manterranno ancora sopra il limite stabilito dalla legge, si «applicherà l’ordinanza 2/2011 e successive integrazioni in vigore dallo scorso 24 gennaio». Tale provvedimento dispone, a partire dal dodicesimo giorno di superamento della soglia di attenzione del Pm10, le seguenti limitazioni:

> divieto di circolazione per tutto il giorno, da lunedì a domenica, su tutto il territorio comunale per autoveicoli benzina Euro 0; autoveicoli diesel Euro 0, Euro 1, ed Euro 2 non dotati di filtro antiparticolato in grado di garantire un valore di emissione pari almeno al limite standard Euro 3; ciclomotori, motocicli, tricicli e quadricicli a due tempi Euro 1 e se a gasolio Euro 0 e Euro 1
> divieto di uso e di accensione dei fuochi d’artificio, giochi pirici e pirotecnici, fumogeni e petardi e ogni altro strumento che emetta fumo o gas visibile

Ma soprattutto il blocco totale del traffico veicolare, dalle 8 alle 18, la domenica o giorno festivo successivi.

Il primo giorno di superamento è stato venerdì scorso 23 settembre. Il dodicesimo giorno cadrà martedì 4 ottobre. Per l’applicazione dell’ordinanza si dovrà attendere la certificazione dei dati da parte dell’Arpa, che avviene il giorno successivo a quello di misurazione. Il 5 ottobre arriveranno quindi i dati e se i limiti saranno stati ancora superati, giovedì 6 ottobre scatteranno le limitazioni alla circolazione e domenica 9 ottobre il blocco totale del traffico dalle 8 alle 18.