Mario Draghi: chi sarà il suo successore alla guida della Bce?

Il conto alla rovescia è già partito. Fra un anno esatto, infatti, MarioDraghi dovrà lasciare la guida della Bce: il suo mandato come presidente della Banca centrale europea terminerà nell’ottobre 2019. Ovviamente, sono già emerse le prime indiscrezioni sul suo successore. Secondo il Financial Times , i nomi più papabili sono tre.

In lizza c’è innanzitutto Sharon Donnery, vicepresidente della banca centrale irlandese, la cui candidatura è sostenuta dallo stesso Draghi. Ottime chance anche per Robert Ophèle, presidente dell’Autorité des Marchés Financiers, l’autorità di regolamentazione dei mercati in Francia. Infine, a sostituire Draghi potrebbe essere nuovo un italiano, Andrea Enria, a capo dell’Autorità bancaria europea (Abe). I tre parteciperanno martedì alla scelta del successore di Danièle Nouy a capo del Meccanismo di vigilanza unico, il cui mandato quinquennale termina a dicembre. Ricordiamo che il governatore della Bce viene scelto dal Consiglio Europeo, l’assemblea dei capi di stato e di governo dell’Unione.