Mike Manley nominato ad di Fca, dopo il peggioramento di Marchionne

© Scott Olson/Getty Images

Dopo il peggioramento delle condizioni di salute di Sergio Marchionne – a quanto pare ormai irreversibili – i dirigenti di Fca, Ferrari e Cnh industrial si sono riuniti urgentemente per sciogliere il nodo della sua successione. È stato così nominato come nuovo amministratore delegato di Fca Mike Manley, già al lavoro a Torino. Il consiglio di amministrazione ha dichiarato di aver deciso di “accelerare il processo di transizione per la carica di Ceo in atto ormai da mesi e ha nominato Mike Manley amministratore delegato”. Oggi e domani il nuovo manager presidierà a Torino il Gec, il Group Executive Council, l’organismo decisionale del gruppo, costituito dai responsabili dei settori operativi e da alcuni capi funzione.
L’erede di Marchionne, 54 anni, è nato a Edenbridge, nel Regno Unito, e vanta molti successi nella sua carriera: dopo aver guidato lo sviluppo della rete per la Gran Bretagna del gruppo DaimlerChrysler, ha trainato il marchio Jeep verso storici record di vendite, con una crescita del 163% rispetto al 2009. Dal 2011 è anche membro Gec e dal 2015 responsabile del brand Ram, molto strategico per gli Usa perché specializzato nella produzione di Pick-up e minivan. 

Mike Manley non è l’unica novità

Dopo la nomina di Mike Manley, il presidente di Fca, John Elkann, ha scritto una lettera ai dipendenti in cui dichiara tutta la sua gratitudine a Sergio Marchionne, definendolo un leader illuminato e un punto di riferimento ineguagliabile.
Per quanto riguarda la Ferrari, invece, il successore di Marchionne è Louis C. Camilleri, già membro del board da qualche anno. Infine, nuovo presidente di Cnh Industrial è Suzanne Heywood, Managing Director di Exor dal 2016.