© 2010 Getty Images

La pop star Kesha

Crisi nera per l’industria discografica. Un calo complessivo del 9% nel 2010 e la crescita della pirateria i punti dolenti del settore. Il totale nel calo delle vendite di musica a livello globale, che fa seguito al 7% di calo nel 2009, è giunto nello scorso anno malgrado un 6% di aumento delle vendite di musica digitale.
E’ quanto emerge dal nuovo rapporto sulla musica digitale di Ifpi, la Federazione Internazionale dell’Industria Fonografica. Nello specifico, per il giro d’affari legato alla musica distribuita in digitale, si è registrato un aumento di sei punti percentuali nel 2010 (l’anno precedente la crescita era stata del 9%, e prima ancora del 30%).Il valore generato dal mercato della ‘musica liquida’ nel 2010 è arrivato a quota 4,6 miliardi dollari rappresentando oggi il 29% del reddito complessivo delle case discografiche. Un mercato, quello della musica digitale che rallenta la sua corsa soprattutto a causa dell’avanzata della pirateria. Se è vero che sono oltre 13 milioni le tracce musicali disponibili a livello mondiale negli store virtuali e altrettanto vero che spesso chi scarica musica dalla rete lo fa illegalmente.

Le conseguenze sul mercato discografico della pirateria
“Come settore restiamo molto sotto pressione”, ha dichiarato Frances Moore, l’amministratore delegato di Ifpi, la cui denuncia è chiara: “stiamo lavorando in un ambiente molto difficile. 19 brani su 20 vengono scaricati illegalmente”. La pirateria è un problema tuttora devastante per l’industria e per tutto l’indotto; secondo le analisi di Tera Consultants l’industria europea nel periodo 2008-2015 vedrà erodersi 240 miliardi di euro, con 1,2 milioni di posti di lavoro persi.

Tracce più scaricate
Nonostante la pirateria la faccia da padrone, il mercato del downloag legale di musica vanta dei numeri positivi. Tra i singoli artisti le migliori vendite digitali appartengono a Kesha con ‘Tik tok’ con 12,8 milioni di pezzi, seguita da Lady Gaga con ‘Bad Romance’, Eminen featuring Rihanna con ‘Love the way you lie’, ancora Lady Gaga feauturing Beyoncè con ‘Telephone’ e al quinto posto Usher feuturing Will.i.a.am con ‘Omg’.