Immagine tratta dalla locandina dell'iniziativa Support your Hero

Praticato e seguito in maggioranza dall’universo maschile, il calcio non è uno sport solo per uomini: coinvolge – a sorpresa – anche tante donne europee. Indesit e GfK Eurisko hanno infatti rilevato che sono numerose le appassionate di questo sport, a cominciare dalle donne turche: ben il 62% di loro afferma di sostenere una squadra di calcio, seguite dal 30% delle inglesi e il 25% delle italiane, le quali confessano la preferenza per le grandi squadre nazionali come Milan, Juventus e Inter e vanno allo stadio soprattutto per condividere con il proprio partner la passione sportiva.
Anche la Francia, con oltre il 40% di donne che segue regolarmente il calcio in televisione e il 12% che frequenta anche gli stadi (in Italia il numero si ferma a 1 milione), si posiziona tra i paesi in cui il rapporto femminile con questo sport risulta essere più stretto. Dati ben diversi rispetto a quelli che arrivano dal nord, dove solo il 4% delle russe si dice interessata al calcio e una ristrettissima élite culturale, sociale ed economica si reca allo stadio.
Ma chi sono le appassionate di calcio? Sono donne intraprendenti, attente alla carriera, ma anche al divertimento e alla famiglia, prevalentemente giovani, moderne, interessate alla tecnologia e proiettate verso il futuro, come segnala Camillo Regalia, professore ordinario di Psicologia sociale all'Università Cattolica di Milano. Seguire il calcio in Turchia significa essere una donna moderna, mentre in Inghilterra e in Francia il calcio coinvolge in modo omogeneo la popolazione femminile, confermandosi uno sport popolare. Per le tifose italiane è sinonimo di uno stile di vita decisamente dinamico, curioso, aperto alle novità, interessato principalmente al senso di aggregazione e d’identificazione sociale. Ma le grandi competizioni internazionali (Mondiali ed Europei) offrono un rigore a porta vuota per la nostra nazionale: in concomitanza di queste manifestazioni sportive le appassionate in Italia salgono al 35%. Un dato che è già una piccola vittoria.

Support your hero, un concorso per donne che amano uomini nel pallone