Cesare Paciotti spa ha chiesto il concordato preventivo. L’azienda marchigiana delle calzature ha presentato istanza presso il Tribunale di Macerata negli ultimi giorni del 2013. Secondo indiscrezioni la Cesare Paciotti avrebbe contratto debiti per oltre 30 milioni di euro nei confronti di creditori e banche e la richiesta di concordato sarebbe arrivata dopo l’istanza di fallimento presentata da alcuni creditori.

«Voglio rassicurare tutti quelli che lavorano per noi che nessuna testa verrà toccata» ha rassicurato, tramite un’intervista a La Nazione il fondatore dell’omonimo brand Cesare Paciotti, che ha ricondotto la crisi della sua azienda a insoluti di clienti storici.

Rimangono, nonostante le rassicurazioni, in allarme i sindacati. Sono infatti 250 i dipendenti dell’azienda marchigiana ai quali vanno aggiunti altri 250 dell’indotto in Italia, nonché 1.200 in Romania.