Svelata la Guida Michelin 2011. Con la pubblicazione dell’attesa Rossa, presentata oggi, si chiude la serie dei volumi che guideranno le scelte gastronomiche degli italiani nel 2011. Dopo la Guida dei Ristoranti d’Italia de L’Espresso e i la Guida del Gambero Rosso, arriva ora anche l’ultima edizione, la 56esima, della versione italiana della bibbia gastronomica francese.
La Rossa ha recensito quest’anno oltre 6 mila esercizi: 3.784 alberghi e bed&breakfast, 2.313 ristoranti e 379 agriturismi.
Fausto Arrighi, direttore della guida italiana, annuncia che questa “è l’edizione più stellata della storia”; quella con il record assoluto di stelle assegnate: 325 per 276 locali.

Nessuna novità al top, tra i ristoranti “eccezionali”: la guida conferma, anche per il 2011, i sei ristoranti a Tre stelle 2010:

Invariato anche il numero dei Due stelle con 37 ristoranti come nel 2010, ma con due novità in entrata, e altrettante in uscita; aumentano, invece, i locali che si fregiano di una stella: 233 quest’anno rispetto ai 229 del 2010.
La Lombardia è la regione italiana con più stelle, ben 52 i ristoranti stellati. Due i tristellati lombardi: ‘Da Vittorio’ – la new entry dello scorso anno – a Brusaporto e ‘Dal Pescatore’ a Canneto sull’Oglio. Cinque i ristoranti a due stelle e 45 con una stella. Dopo la Lombardia troviamo il Piemonte, seconda per numero di esercizi con 37 locali, di cui un Tre stelle – ‘Al Sorriso’a Soris –, ma con sei nuovi locali neostellati. Bolzano è la provincia più stellata con 15 ristoranti (tre due stelle e 12 con una stella), seconda Cuneo che eguaglia numericamente Bolzano ma con un differente mix (due a due stelle e 13 con una stella). Al terzo posto la provincia di Napoli, che vanta 14 stellati (quattro due stelle e 10 con una stella).


Ecco i nuovi ristoranti con una stella:

Locanda del Pilone di Alba
Villa d’Amelia di Benevello
Osteria del Borgo di Borgosesia
La Capanna di Eraclio a Codigoro
Le Petit Restaurant a Cogne
La Casa degli Spiriti a Costermano
Il Papavero di Eboli
Bistrot di Forte dei Marmi
Pier Bussetti al Castello di Govone a Govone
Al Castello di Grinzane Cavour
Villa Maiella a Guardiagrele
La Cassolette di La Salle
Strada Facendo a Modena
Il Baluardo a Mondovì
La Locanda di Piero a Montecchio Precalcino
La Cantinella di Napoli
The Cook a Nervi
Bye Bye Blues a Palermo
La Locanda del Notaio a Pellio Intelvi
Il Postale di Perugia
Antica Corte Pallavicina a Polesine Parmense
All’Oro a Roma
Giuda Ballerino a Roma
Il Convivio-Troiani a Roma
Il Povero Diavolo di Torriana
Locanda Margon a Trento
Enoteca Henri a Viareggio
Enoteca La Torre a Viterbo
Al Capriolo di Vado Cadore