15% degli uomini guadagna più di 65 mila euro, contro 5% delle donne

Il sesso femminile è ancora ben lontano dal raggiungere certi benefit riservati al sesso maschile. Perlomeno nel mondo del lavoro, e soprattutto dal punto di vista retributivo. Se, infatti, il 15% degli uomini ha stipendi che superano i 65 mila euro lordi all’anno, fra le donne la percentuale di chi riesce a guadagnare tanto scende al 5%. La conferma di un gap di genere che in Italia è ancora molto accentuato arriva da un sondaggio di Intermedia Selection, azienda che si occupa di selezione del personale, secondo cui le donne lavoratrici appartengono soprattutto alla fascia di reddito sotto i 35 mila euro lordi, dove costituiscono il 45% del campione. Invece, i maschi sono concentrati soprattutto nella fascia tra i 45 mila e i 65 mila euro (nel 35% dei casi). Non solo. Emerge una netta differenza anche a livello di ruoli: nel 25% delle imprese italiane, infatti, il management è tutto al maschile. Significa che in 1 azienda su 4 non ci sono manager donne.

Gli stipendi degli uomini sono il doppio

I risultati dell’indagine non sono certo una sorpresa. Già il World economic forum aveva restituito un’immagine simile: in quel caso, si era visto che mediamente le donne italiane guadagnano 0,47 centesimi per ogni euro guadagnato da un uomo. In pratica, i loro stipendi sono dimezzati rispetto a quelli dei colleghi uomini. Un divario che relega l’Italia agli ultimi posti in Europa per parità retributiva nella classifica del Wef.