© David Levitz/Flickr

In Italia un top manager guadagna annualmente quanto un lavoratore dipendente in una vita. Il fatto è evidenziato dall’annuario di R&S Mediobanca.
Infatti, gli stipendi dell’alta dirigenza corrispondono a 36 volte il salario medio dei subordinati delle aziende che gestiscono. Per citare un esempio, lo studio, senza farne il nome, riporta il caso di un dirigente che guadagnerebbe 278 volte in più rispetto ai propri dipendenti. Inoltre, Mediobanca rileva che i compensi elevati sarebbero direttamente proporzionali al cumulo di cariche dei manager: nel caso della carica di presidente e amministratore delegato si arriva a guadagnare fino a 83 volte in più, dal momento che la carica di ad è uguale a quattro volte lo stipendio medio dei subordinati, mentre quello di direttore generale a 21 volte.
Infine, tra i top manager con più cariche accumulate troviamo Sergio Marchionne, che vanta ben sette cariche sociali nelle società nominate nel documento R&S, Monica Monardini con sei, e Gilberto Benetton e Francesco Caltagirone con cinque poltrone ciascuno.