Il 24 agosto di 20 anni fa Bill Gates presentava al mondo il sistema operativo che, lo si è capito subito, sarebbe diventato un fenomeno popolare e il fiore all’occhiello di Microsoft. Era Windows 95, ed è riuscito a rivoluzionare il mercato dei personal computer.

UN NUOVO INIZIO. Una rivoluzione annunciata tramite una innovativa serie di spot che poneva l’accento sulla fortunatissima caratteristica di Windows 95: il menu Start, il “nuovo inizio” per i computer, resi più pratici e innovativi dal pulsante che è diventato simbolo dei prodotti di Microsoft. Era la prima volta che per un prodotto tecnologico si stanziava un budget in pubblicità di 200 milioni di dollari; 3 di questi vennero spesi per acquistare i diritti della colonna sonora degli spot, la canzone “Start me up” dei Rolling Stones.

Leggi anche 

LE CARATTERISTICHE. Ma non fu lo Start l’unica particolarità del sistema operativo: Windows 95 spazzò via l’interfaccia DOS e introdusse un vero multitasking, quale non c’era mai stato prima. Ad incentivare le vendite fu anche, senza dubbio, il popolarissimo prezzo di vendita: costava solo 89 dollari.

LO SHOW. Il 24 agosto fu voluto da Bill Gates come una giornata di puro spettacolo: senza precedenti fu lo show messo in piedi da Microsoft, che coinvolse personaggi quali il presentatore Jay Leno e le star di Friends Jennifer Aniston e Matthew Perry; uno show cui assistettero almeno 70 mila persone collegate via satellite. Windows 95 si meritava di certo questo successo da 8,7 milioni di dollari: cominciava quel giorno una nuova generazione di personal computer.