Pagamenti, cresce l’uso della carta. Acquisti via smartphone a + 650%

Il cellulare è diventato ormai un nostro prolungamento, compagno fedele e strumento indispensabile. Anche per fare acquisti. Secondo l’Osservatorio mobile payment & commerce della school of management del Politecnico di Milano, infatti, nel 2018 i pagamenti tramite smartphone sono cresciuti del 650%, per una spesa annua di circa 500 euro a testa. In realtà, sono tutti gli acquisti senza contante a essere aumentati. Lo scorso anno, infatti, le famiglie italiane hanno utilizzato la carta per pagare il 36% di tutte le loro spese: complessivamente hanno pagato in questo modo 240 miliardi di euro, il 9% in più rispetto al 2017. Oltre che dal mobile, la crescita è trainata dal contactless, che fa registrare il +100%, per 47 miliardi transati. Complessivamente, secondo i dati dell’Osservatorio - che vede tra i partner grandi banche, come Intesa Sanpaolo, Unicredit e Ubi Banca, e i principali player del mondo dei pagamenti, tra cui Ingenico, Nexi, Postepay, Sia e Sisal – i pagamenti innovativi raggiungono quota 80 miliardi di euro (+56%) e rappresentano un terzo del totale dei pagamenti digitali con carta, con una spesa stimata di oltre 125 miliardi di euro nel 2021.