Un guanto per dare voce ai sordomuti. È l’innovativo progetto – denominato Talking Hands – con il quale la start up italiana Limix si è aggiudicata un posto tra i finalisti del concorso Chivas Venture, un progetto di ricerca globale promosso dalla celebre azienda di luxury Scotch whisky (gruppo Pernod Ricard), che ha messo a disposizione un finanziamento di 1 milione di dollari per le start up più promettenti e interessanti in ambito di innovazione e del sociale.

Come funziona il guanto Talking Hands

Ma come funziona il guanto sviluppato da Limix? Dotato di sensori di movimento, il dispositivo è in grado, tramite app, di riprodurre i gesti in “parlato” per permettere ai sordomuti di comunicare con chi non conosce il linguaggio dei segni. Un’idea rivoluzionaria per i circa 70 milioni di sordomuti nel mondo, di cui 100 mila in Italia.

La finale di Chivas Venture ad Amsterdam

In occasione della Tnw Conference di Amsterdam di maggio, il festival tecnologico leader in Europa che ospita il concorso Chivas Venture, Limix si misurerà con altre 26 start up provenienti da tutto il mondo per ottenere il gradino più alto del podio. In più avrà l’opportunità di presentare il proprio progetto di fronte a una platea di business angel, investitori, imprenditori e giornalisti internazionali. Inoltre, grazie a Chivas Regal, i 27 finalisti prenderanno parte all’Accelerator Programme di tre giorni dell’Università di Oxford presso lo Skoll Centre For Social Entrepreneurship. Il programma offre l’opportunità di sviluppare capacità di leadership, di partecipare a workshop e confrontarsi con professionisti del settore su argomenti critici che interessano lo sviluppo di attività commerciali.

In palio fino a 200 mila dollari dal voto online

Non tutto il 1 milione di dollari sarà elargito alla finale olandese. Dal 4 al 24 aprile 2018, infatti, spetterà al pubblico decidere quali start up vinceranno una quota parziale del montepremi: 200 mila dollari, di cui 50 mila al 1° classificato online.
Votando sul sito chivas.com/it-it/the-venture sarà possibile sostenere la start-up italiana.