Un particolare di un frigorifero "intelligente" prodotto da Lg

Anche negli elettrodomestici la parola smart sta diventando un passepartout per definire un prodotto “intelligente”. È possibile farsi un’idea su come verrà declinato questo concetto nel presente e soprattutto nel prossimo futuro dalle novità presentate al Ces (Consumer electronics show) la più importante fiera di elettronica in programma dal 7 al 10 gennaio a Las Vegas. L’orizzonte maggiormente esplorato è quello di “casa connessa”, in cui gli elettrodomestici vengono controllati e utilizzati da remoto, per mezzo di un dispositivo mobile, e in cui è possibile comunicare in modo ”alternativo” con la propria lavatrice o il proprio condizionatore.
Fra le aziende a operare in questa direzione spiccano Lg e Samsung. La prima ha presentato Home Chat, un sistema di comunicazione vocale con gli impianti di casa integrato con un servizio di messaggistica istantanea: Line. In questo modo, tramite il proprio smartphone, è possibile comunicare con il proprio elettrodomestico, ricevendo aggiornamenti di stato in tempo reale; sarà possibile, poi, “chattare” con il proprio elettrodomestico, chiedendo ad esempio al forno delle ricette specifiche e gli ingredienti necessari per prepararle, dopodiché il forno selezionerà automaticamente le impostazioni appropriate per la cottura.
Samsung ha presentato, inoltre, il proprio servizio di domotica, Samsung Smart Home, attraverso il quale gli utenti saranno in grado di controllare tutti gli elettrodomestici collegati tra di loro attraverso una singola applicazione tramite il proprio device mobile. Per cominciare, il servizio coprirà tre aree principali: Device control, Home view e Smart customer service. Il primo permette agli utenti di controllare gli elettrodomestici in modalità remota, consentendo l’utilizzo di comandi vocali per regolarli. Home View permette di monitorare tutta la casa dal proprio dispositivo mobile tramite le telecamere, come un sistema di videosorveglianza. Smart customer service è, invece, un servizio che avverte l’utente quando è necessaria la manutenzione e la riparazione dell’elettrodomestico.
Secondo una nota, l’offerta arricchita da queste funzionalità sarà lanciata a partire dal primo semestre dell’anno, e tramite una licenza libera “Smart Home software protocol”, permetterà anche ad altri produttori di dispositivi ed elettrodomestici di essere compatibili con questo servizio in futuro.