Amazon: arriva la consegna nel bagagliaio dell’auto

Non tutti vivono in palazzi dotati di portiere o hanno parenti (o magari vicini di casa) accomodanti, sempre a disposizione. E far recapitare i pacchi in ufficio, si sa, può essere fastidioso. Ma Amazon ha pensato anche a questo: ha deciso, infatti, di avviare un test per sperimentare la consegna nel bagagliaio dell’auto, già testata da Volvo in Svezia e da Audi in Germania. Come funziona praticamente il nuovo servizio? Il cliente deve semplicemente scaricare l'app Amazon key e collegare il proprio account sul sito Amazon a un servizio di auto connesse. In questo modo il corriere, attraverso una banale connessione wireless, potrà aprire le portiere della vettura, che però deve essere parcheggiata in “aree pubbliche”. Il giorno della consegna, il corriere avrà una finestra di quattro ore in cui aprire la macchina, depositare il pacco, richiudere l’auto. Il proprietario riceverà notifiche su tutta l’operazione.

A chi è destinato il nuovo servizio Amazon

Per ora Amazon offrirà gratuitamente il servizio in 37 località negli Usa, ai soli membri Prime, che possiedono Volvo o un veicolo della General Motor, modelli Chevrolet, Buick, Cadillac e Gm: sono, infatti, tutti modelli nuovi, dotati tutti di connessione Internet 4g. Si stima che siano circa 7 milioni di persone in tutto. Serve però una condizione indispensabile: la totale fiducia dei consumatori nei confronti di perfetti sconosciuti. Una scommessa per ora.