Stare sui social fa bene: Facebook &Co avvicinano genitori e figli

Chi pensa che i social siano solo un mezzo per passare il tempo, chattare con gli amici e divertirsi, forse, dovrebbe ricredersi. Facebook &Co, infatti, potrebbero rappresentare un inaspettato collante famigliare. A dirlo una ricerca condotta da Doxa e commissionata da Facebook, da cui è emerso che il 92% dei figli e il 95% dei genitori pensa che il social di Mark  Zuckerberg  sia uno strumento che aiuta a coltivare le relazioni fra genitori e figli. In che modo? Favorendo il dialogo e l’interazione fra le due generazioni. Del resto, tutta la famiglia utilizza il mezzo con gli stessi scopi: per coltivare i propri interessi tramite gruppi e pagine (il 93% dei figli e l’89% dei genitori segue gruppi), per rimanere aggiornati sulle news e commentarle (l’88% dei genitori e l’89% dei figli usa Facebook per seguire l’attualità), per mantenersi in contatto con amici e familiari (il 92% dei figli e il 95% dei genitori impiega il social a questo scopo). La maggior parte dei genitori intervistati (il 69%) ha dichiarato di essere connessa con i figli su Facebook, di seguirli, di commentare le loro foto e di condividere i loro post. Ma non per controllarli: solo una minoranza lo fa a questo scopo, tanto che solo il 13% ha detto di aver scoperto qualcosa che non sapeva dei figli attraverso Facebook.

Facebook, Instagram e Whatsapp piacciono a tutti

I figli, dal canto loro, non sembrano vivere male la presenza dei genitori su Facebook. Solo il 17%, infatti, ha deciso di togliere l’amicizia a mamma e papà. Al più fanno un po’ di pulizia: il 22% ha cancellato un commento di un genitore e il 21% ha rifiutato un tag. Adddirittura, il 41% ha aiutato i genitori a capire come usare il social.
Per quanto riguarda Instagram, i più attivi sono i ragazzi: il 77% dei figli pubblica foto contro il 51% dei genitori, e il 54% dei figli pubblica storie contro appena il 21% dei genitori. Tuttavia, mamma e papà usano lo strumento per scoprire quanto postato dai figli.
Whatsapp, infine, è un mezzo universale: il 96% dei figli e il 97% dei genitori vi ricorre per comunicare rapidamente. Non solo. Il 59% dei figli e il 53% dei genitori comunica attraverso le chat di famiglia.