Netflix: abbonamento con pubblicità al via da novembre

Netflix svela il suo piano con pubblicità. A partire da novembre (e in anticipo su Disney+) in 12 Paesi sarà disponibile la nuova offerta Base con pubblicità. Il piano verrà lanciato in Italia il 3 novembre alle ore 17 a un costo di 5,49 euro al mese. Sarà inoltre attivato in Australia, Brasile, Canada, Corea, Francia, Germania, Giappone, Messico, Regno Unito, Spagna e Stati Uniti. I primi Paesi coinvolti sono Canada e Messico, che partiranno il 1° novembre. Australia, Brasile, Francia, Germania, Giappone, Corea del Sud, Uk e Usa partiranno il 3 novembre, mentre la Spagna partirà il 10 novembre. 

Abbonamento con pubblicità: l’offerta Netflix

Implementato a pochi mesi dal suo annuncio, il piano Base con pubblicità offre qualità video fino a 720p/HD (come il piano Base, una innovazione appena implementata); una media di 4-5 minuti di interruzioni pubblicitarie all’ora. Il numero di film e programmi disponibili sarà limitato rispetto allo Svod puro a causa di restrizioni legate alle licenze, su cui Netflix è al lavoro e non sarà possibile scaricare i titoli. Una questione dovuta a problematiche tecnologiche.

Al momento del lancio le pubblicità avranno una durata di 15 o 30 secondi e saranno inserite prima e durante le serie e i film (in questo caso solo agli inizi). Netflix offrirà agli inserzionisti un’ampia possibilità di targeting  per Paese e genere di contenuti. Gli inserzionisti potranno inoltre evitare che i loro spot appaiano su contenuti che potrebbero essere incoerenti con il loro brand. Il piano sarà attivabile dal sito Netflix.com: gli abbonati attuali potranno passare da un piano all’altro.

Netflix: dopo Microsoft, la partnership con Nielsen

Oltre a Microsoft (partner scelto per la gestione della pubblicità, che potrà usare i dati esclusivamente per la raccolta adv Netflix), il gruppo ha annunciato tre nuove partnership. Netflix ha infatti stretto partnership con DoubleVerify e Integral Ad Science per verificare la visibilità e la validità del traffico delle pubblicità a partire dal 1° trimestre del 2023. E dopo Barb, Netflix ha scelto come alleato Nielsen per la misurazione delle audience: dal prossimo anno, infatti, i dati Netflix saranno disponibili – negli Usa – in Nielsen One.

Al momento, i vertici non hanno voluto condividere previsioni circa il numero di abbonati che potrebbero passare al nuovo abbonamento, né i costi degli spot (per il momento fissi). Netflix sarebbe già vicina al sold out degli spazi al momento del lancio. L’offerta, però, potrebbe evolversi man mano che la pubblicità verrà implementata.