© GettyImages

In tempo di crisi tutto ha un prezzo, soprattutto quando si parla di un club indebitato come il Barcellona. Il club spagnolo ha infatti firmato un accordo di sponsorizzazione per la sua maglia, che fino a oggi aveva ospitato gratuitamente solo il logo dell'Unicef. Certo, la società blaugrana tiene a precisare che il nuovo sponsor, la 'Qatar Foundation', non è un marchio commerciale, ma un logo istituzionale che appartiene a un’organizzazione internazionale no profit per la difesa dei bambini. Quello che conta, però, è che il nuovo sponsor verserà 150 milioni di euro in 5 anni nelle casse del Barça. Il marchio Unicef non scomparirà, ma coabiterà sulla maglia del Barcellona insieme a quello di Qatar Foundation.
I dirigenti del Barcellona hanno definito questo accordo “una pietra miliare perché rappresenta un livello record di entrate per un club di calcio e ha ancora più valore nel clima economico attuale”. Gli azulgrana, infatti, superano così il contratto di 25 milioni di euro all'anno del Bayern Monaco con l'azienda telefonica Deutsche Telekom e quello di 20 milioni di euro del Manchester United con la Aon e del Real Madrid con il provider di scommesse sportive Bwin. In questo modo, però, il Barcellona ha interrotto una tradizione storica: riceverà denaro per la prima volta per la sponsorizzazione della sua maglia nei suoi 111 anni di vita.