Il presidente del gruppo Fininvest, Marina Berlusconi © Ufficio Stampa Fininvest

Ricavi in leggera flessione – da 5.048,4 milioni a 4.997,1 milioni – ma un utile netto a 687,7 milioni di euro per il gruppo Fininvest nel 2017, un risultato in netta controtendenza rispetto al 2016 quando la holding che fa capo alla Famiglia Berlusconi aveva registrato una perdita di 120 milioni. E se la perdita del 2016, secondo il gruppo Fininvest, è da attribuire al “mancato rispetto da parte di Vivendi dell’accordo stipulato con Mediaset”, l’ottimo risultato dello scorso anno va in gran parte attribuito alla cessione dell’A.C. Milan che ha portato una plusvalenza di circa 610 milioni di euro.

È quanto emerge dall’assemblea degli azionisti di Fininvest, che ha appena approvato il bilancio della capogruppo ed ed esaminato quello consolidato relativi all’esercizio chiuso il 31 dicembre 2017. “A fronte di un contesto macro-economico caratterizzato ancora da forte instabilità - che incide negativamente su investimenti e consumi - e di un mercato, quello dei media, sempre più competitivo e in continua trasformazione, le società del gruppo Fininvest nel corso del 2017 hanno proseguito nella focalizzazione sui rispettivi core business, nel consolidamento delle proprie leadership e nella ricerca di sempre maggiori efficienze e redditività”, si legge in una nota del gruppo, che potrebbe a breve annunciare anche della multisala Odeon di Milano.