Investimenti: è il momento di diversificare dai titoli Usa. Sì, ma dove?

© Pixabay

Se avete investito in azioni statunitensi è arrivato il momento di diversificare. Infatti, nei prossimi cinque anni i titoli Usa avranno rendimenti scarsi, appena al di sopra dell’inflazione. Colpa di mercati azionari con valutazioni elevate, di una moneta sopravvalutata e di un gap di crescita del Paese rispetto al resto del mondo sviluppato che si sta restringendo. Ma su che cosa si può puntare in alternativa?

Secondo Luca Paolini di Pictet Asset Management, una buona opzione è rappresentata dalle azioni europee: nonostante il rischio di frammentazione politica e le problematiche economiche, infatti, sono ancora in forma. Anche gli hedge fund, alcuni mercati real estate e le commodity, in particolare l’oro, dovrebbero generare buone performance.

Meglio, invece, non investire sul private equity, che difficilmente replicherà i rendimenti degli anni precedenti. Secondo l’esperto, è fondamentale anche tenere monitorati i mercati emergenti, soprattutto in Asia: man mano che le riforme economiche della Cina si tradurranno in sovraperformance finanziarie, si verificherà un aumento dei multipli delle azioni e delle obbligazioni cinesi.