Facebook batte le attese del mercato e tocca quota 12 miliardi di ricavi

Il Ceo di Facebook, Mark Zuckerberg © Getty Images

Lo scandalo dei dati trafugati da Cambridge Analytica non sembra aver pesato più di tanto su Facebook, perlomeno da un punto di vista meramente finanziario. Nonostante negli ultimi mesi si siano rincorse diverse ipotesi di crisi, infatti, il social media numero uno al mondo resiste, e anche in perfetta forma. Nel periodo concluso il 31 di marzo, Facebook ha registrato ricavi per 11,97 miliardi di dollari contro gli 8,03 miliardi di dollari dello stesso periodo del 2017: dunque, ha avuto un rialzo del 49%. Un risultato che supera le attese del mercato, che si erano fermate a 11,41 miliardi di dollari. Anche la pubblicità vola: i ricavi provenienti dal settore pubblicitario sono stati di 11,8 miliardi di dollari, rispetto ai 7,86 miliardi dello stesso trimestre del 2017. Infine, gli utili adjusted sono stati di 1,69 dollari ad azione, rispetto a 1,04 dollari ad azione del 2017, per un ottimo + 63%, mentre gli utili sono stati di 4,99 miliardi di dollari, contro i 3,069 miliardi del 2017.

Facebook riconquista terreno in Borsa

Del resto, anche il popolo di Facebook continua a crescere. Gli utenti attivi mensili sono saliti del 13% rispetto al 2017: a marzo erano 2,2 miliardi, contro i 2,13 miliardi della fine dell’anno. Anche quelli giornalieri sono saliti del 13%, toccando quota 1,45 miliardi di persone.
 Buonissime notizie anche per quanto riguarda le spese in conto capitale: sono arrivate a 2,81 miliardi di dollari, perfettamente in linea con quelle dei trimestri passati.

Il mercato ha accolto in maniera positiva questi dati: se nelle ultime settimane il titolo aveva perso terreno a Wall Street, dopo la pubblicazione della situazione aggiornata su ricavi e utili è salito con rialzi fino al 5%.