Apple, in tre mesi ha perso più del valore di Facebook e del Pil norvegese

Dalle stelle alle stalle. Chi l’avrebbe mai detto che sarebbe capitato anche ad Apple, l’ex regina incontrastata del mondo dei dispositivi digitali? Fino a pochi mesi fa, la società di Cupertino godeva di ottima salute, era considerata il top dai consumatori e invidiata da tutti i concorrenti. Basti pensare che solo a ottobre 2018 aveva raggiunto il picco di 232,07 dollari per azione, con una capitalizzazione di mercato di 1.160 miliardi dollari.

Ma ora lo scenario è drasticamente cambiato. In soli tre mesi la situazione è precipitata tanto che secondo Macrotrends la sua capitalizzazione di mercato si attesta ora a 710,97 miliardi di dollari e secondo Bloomberg è scesa addirittura a 674,74 miliardi di dollari. Nella migliore delle ipotesi, dunque, ha perso 450 miliardi di dollari, una cifra superiore al valore di Facebook, che attualmente, sempre secondo Macrotrends, vale 383,76 miliardi di dollari. È superiore anche al Pil di molti Paesi, tra cui Iran, Austria e Norvegia.