Mercato Mergers and Acquisitions pronto per un anno da record

Foto di Gerd Altmann da Pixabay 

Ci si prepara a un anno record per il mercato delle fusioni e acquisizioni (M&A), che già nel primo trimestre del 2021 ha registrato un’impennata, proseguendo lo slancio degli ultimi mesi del 2020. Le ondate di Covid-19 continuano a innescare lockdown e ad avere un impatto sull'economia mondiale, ma in questo settore la pandemia non preoccupa più, sia per numero che per valore delle operazioni.

Secondo l’indice M&A di Willis TowersWatson, lanciato più di dieci anni fa, tra gennaio e marzo 2021 il mercato ha raggiunto il suo massimo storico per un primo trimestre: 206 accordi, di cui 58 grandi deal (valore compreso tra 1 e 10 miliardi di dollari), rispetto ai 170 e 44 del primo trimestre del 2020. L’aumento delle transazioni è in gran parte concentrato negli Stati Uniti, una ripresa delle attività alimentata dal piano di supporto all’economia e alle infrastrutture da 2 mila miliardi di dollari dell'amministrazione Biden, dai mercati azionari in piena espansione, dalle enormi disponibilità di denaro da impiegare e dai bassi tassi di interesse.