Export Pmi italiane: prorogata intesa Amazon-Ice

Un'immagine dell’azienda familiare A. Rieper Spa, uno dei primi mulini industriali dell’Italia Settentrionale, presente nel programma creato da Agenzia Ice e Amazon

È stata prorogata fino al 15 dicembre 2020 l’intesa tra Amazon e Agenzia Ice a sostegno delle pmi. L’iniziativa, annunciata a maggio 2019, ha l’obiettivo di sostenere le piccole e medie imprese del nostro Paese a sviluppare le vendite e promuovere la cultura e l’imprenditorialità italiana in Italia, Regno Unito, Francia, Germania, Spagna e Stati Uniti. L’accordo prevede anche formazione e supporto alle aziende nelle vendite online, e per attività di marketing che promuovano i prodotti e accrescano le vendite all’estero.

Imprese italiane su Amazon: il 75% vende all’estero

A oggi sono più di 2.000 le piccole e medie imprese e altre realtà aziendali italiane che vendono i propri prodotti (circa 1 milione) all’interno della vetrina dedicata esclusivamente al Made in Italy e disponibile sui siti Amazon.it, Amazon.co.uk, Amazon.de, Amazon.fr, Amazon.es e Amazon.com. Grazie ai continui investimenti in strumenti e servizi per favorire la digitalizzazione delle pmi, oggi oltre il 75% delle aziende presenti su Amazon Made in Italy vende all’estero in Paesi come Francia, Germania, Spagna, Regno Unito e Stati Uniti. Circa il 50% della selezione su Amazon Made in Italy è presente nella categoria Casa e Arredo (design), oltre il 30% in Abiti e Accessori (fashion), il 10% circa in Cucina e Cantina (food), mentre il 5% appartiene alla categoria Bellezza e Benessere (beauty). “Abbiamo lanciato Amazon Made in Italy cinque anni fa con l’ambizione di supportare le pmi ad affrontare la continua sfida digitale e a trovare nuove opportunità di business”, spiega Mariangela Marseglia, Country Manager di Amazon.it e Amazon.es. “I dati Desi 2019 segnalano, infatti, che solo una pmi su tre è digitalizzata e 1 su 10 utilizza il canale e-commerce. Il programma avviato un anno fa con l’Agenzia Ice intende proprio offrire alle realtà italiane e alle loro eccellenze produttive del Made in Italy un’occasione per digitalizzarsi e avere un canale aggiuntivo di vendita all’estero con la possibilità di raggiungere grazie ad Amazon milioni di clienti in tutto il mondo”.

Delle 2000 aziende presenti nella vetrina Made in Italy di Amazon, 400 sono state inserite in seguito all’intesa con l’Agenzia Ice; di queste quasi la metà si trovava nella condizione di “zero export” (meno di 25.000 euro di fatturato all’estero), mentre da dicembre 2019 le campagne pubblicitarie hanno generato oltre 530 milioni di impression e raggiunto più di 50 milioni di clienti in Europa. A tutte queste aziende Agenzia Ice ed Amazon hanno dedicato, nel solo 2019, 15 eventi formativi sul territorio e 36 webinar tenuti da esperti di e-commerce, oltre ad aver fornito l’accesso a materiali consultabili digitalmente su come sviluppare al meglio il percorso di vendita online. Sono previsti ulteriori corsi di introduzione alla vendita su Amazon attraverso la vetrina Made in Italy specifici per settore: food and wine, fashion, design e beauty. “Le abitudini di consumo stanno andando sempre più verso l'utilizzo di canali digitali, verso l'innovazione e la sostenibilità”, afferma Carlo Ferro, presidente di Agenzia Ice. “Dobbiamo quindi aiutare le imprese italiane, piccole e medie in particolare, a modernizzare i processi e ad adeguarsi ai nuovi paradigmi del commercio mondiale e dell'innovazione tecnologica.