Connettiti con noi

Attualità

Spazio, una compagnia privata alla volta della Luna

L’indiana Moon Express è stata autorizzata dal governo Usa ad esplorare la superficie del nostro satellite

I viaggi nello spazio stanno per diventare un business da privati. Tante sono infatti le grandi, ricche compagnie pronte ad investire in navicelle spaziali per approdare sulla superficie lunari: la prima ad ottenere l’autorizzazione è stata Moon Express, del magnate indiano Naveen Jain, che manderà un’astronave senza equipaggio alla ricerca di miniere sul nostro satellite.

MOON EXPRESS. A dare il via libera alla Moon Express è stato il governo americano tramite la Federal aviation administration; ad annunciarlo è la compagnia stessa sul proprio sito web e attraverso un tweet. La missione è prevista per il 2017; si tratterà del primissimo viaggio sulla Luna promosso da una realtà diversa da un ente pubblico. Il modulo che compierà la traversata si chiamerà MX-1E; l’autorizzazione è arrivata dopo lunghe consultazioni, necessarie per assicurarsi che la missione «non mette a repentaglio la salute e la sicurezza pubbliche, la sicurezza della proprietà, la sicurezza nazionale o gli interessi in politica estera, o gli obblighi internazionali degli Stati Uniti», come riportato sul sito della compagnia.

LA MISSIONE. Moon Express sonderà la superficie del satellite per scopi diversi dalla semplice ricerca scientifica: si mira, infatti, a scovare materiali minerari preziosi, pensando ad un futuro sfruttamento delle risorse lunari; particolarmente interessante è L’Elio-3, che ha grandi potenzialità per lo sviluppo del nucleare pulito. Moon Express sarà tenuta a condividere i dati ricavati sia nella spedizione che durante l’esplorazione, non dovrà interferire con le missioni in atto e non contaminare la superficie del satellite. Tra gli obiettivi dell’azienda sembra ci sia anche la conquista del Lunar X Prize, premio finale della competizione promossa da Google, che avrà come vincitore chi riuscirà per primo a far allunare un robot in grado di scattare foto ad alta definizione sulla superficie lunare: l’impresa sembra assolutamente possibile, dato che il lander MTV-1X è studiato per effettuare atterraggi morbidi e muoversi “saltando” sul suolo sfruttando la poca gravità.

PRIVATI NELLO SPAZIO. Ma, c’è da scommetterci, Moon Express sarà solo la prima compagnia privata a tentare il viaggio alla volta della Luna: molte altre sono infatti le realtà che stanno cercando un modo per riuscire a raggiungere lo spazio. Tra i più quotati vi sono Richard Branson, che mira al turismo spaziale sulle navicelle Virgin Galactic; Elon Musk con la sa SpaceX, che punta a Marte; e il russo Yuri Milner, che sogna l’approdo su Alpha Centauri, l’astro più vicino al nostro Pianeta. Un solo fatto è certo: ci sono tutte le premesse perché l’esplorazione dello spazio diventi un business molto, molto redditizio.