LinkedIn violato: in vendita i dati di 110 milioni di utenti

Password e mail venduti al prezzo di 5 bitcoin. La piattaforma raccomanda di cambiare le chiavi di accesso

I criminali informatici fanno soldi con le password rubate di LinkedIn. La celebre piattaforma è stata infatti violata e ora i dati di 110 milioni di clienti sono in vendita sul sito The Real Deal. Il prezzo è di 5 bitcoin a dato, al cambio attuale circa 2.200 dollari. Stando alla ricostruzione fornita dal sito Motherboard, la violazione risalirebbe addirittura al 2012, a opera di un hacker dal nome in codice Peace. Il problema è che molti utenti di LinkedIn, ignari del furto, starebbero ancora continuando a usare le vecchie password.

REIMPOSTARE LA PASSWORD. «Nel 2012 LinkedIn è stato vittima di un accesso non autorizzato con la conseguente divulgazione delle password di alcuni utenti», conferma Cory Scott, capo della information security di LinkedIn, nel post ”Protecting our members” «Al momento, la nostra risposta immediata ha incluso una reimpostazione della password obbligatoria per gli account che riteniamo siano stati compromessi. Inoltre, abbiamo consigliato a tutti i membri di LinkedIn di modificare le password».

© Riproduzione riservata