Connettiti con noi

Attualità

Istat, le spese per la casa mettono in crisi le famiglie

I dati presentati in Parlamento: gli italiani sono sempre più in difficoltà di fronte e mutui, affitti e utenze

architecture-alternativo

I costi per mantenere la propria abitazione gravano sempre di più sugli italiani: lo comunicano i dati Istat, che rilevano come nel 2014 quasi il 12% delle famiglie italiane si siano trovate in difficoltà con i pagamenti di bollette, mutui e affitti.

I DATI. In occasione delle audizioni sulla legge di stabilità, l’Istat ha presentato in Parlamento le sue stime relative alla questione casa. I dati presentano la difficile situazione vissuta da 3 milioni di famiglie (l’11,7%) nel nostro Paese: il 10,2% del totale, infatti, non è stata in grado di pagare le bollette delle utenze in tempo. Ancora più onerosi sembrano essere gli affitti, che sono risultati gravosi per il 16,9% dei nuclei familiari; analoga la situazione per i mutui (per il 6,3%).

CHI È A RISCHIO. Spese, queste, che opprimono in particolare le famiglie meno abbienti: il 29,2 di quelle appartenenti al quinto quintile si è trovata, nel 2014, in ritardo con i pagamenti; sono state oltre 1 milione e 500 mila. Secondo le statistiche, costa di più vivere al Nord e nei comuni centro di aree metropolitane. Le spese per l’abitazione (affitti, mutui e utenze) sono tra quelle che più pesano sul bilancio familiare: su un reddito netto medio di 2460 euro mensili, nel 2014 l’esborso è stato pari a 357 euro, gravando sul budget per il 14,5%.