Connettiti con noi

Attualità

Furti in casa, sei regole per partire tranquilli

Dall’attenzione ai social network al sostegno di parenti e vicini di casa. Alcuni piccoli accorgimenti per scoraggiare i topi d’appartamento

Sei piccoli espedienti per tenere lontani o scoraggiare topi d’appartamento. La maggior parte degli italiani si prepara all’esodo estivo e molti di loro, chiudendo la porta di casa, vivranno con non poca apprensione il momento in cui potranno rientrare tra le mura domestiche. Non tanto perché odiano le vacanze – uno dei momenti più attesi dell’anno – quanto perché temono di lasciare la propria abitazione incustodita e alla mercé dei ladri. Eppure oggi, anche grazie alla tecnologia, è possibile godersi le ferie senza pensieri collegando il proprio sistema di antifurto allo smartphone e verificare l’eventuale presenza di intrusi e mandare l’allarme. Ma per tenere più al sicuro la propria casa dai ladri è anche possibile seguire una breve lista di semplici, ma efficaci consigli stilata da Risco Group, società specializzata in soluzioni di sicurezza. Eccoli in dettaglio:

1. L’ASPETTO DELLA CASA. È sempre consigliabile togliere gli oggetti di valore dalla vista esterna – soprattutto per chi abita al piano terra o in villetta – in modo da non far apparire la casa degna di valore per i ladri che la osservano attraverso le finestre. La ricerca del giusto nascondiglio richiede tuttavia creatività, per rendere eventualmente difficile agli intrusi trovare oggetti da rubare, dal momento che la maggior parte delle persone tiene le cose più preziose in soggiorno o camera da letto.

2. DOUBLE CHECK. Alla partenza è bene verificare con molta attenzione – meglio un paio di volte – di aver chiuso tutte le porte e le finestre, comprese quella del garage e del piano superiore per chi dispone di un’abitazione su due livelli. Qualche giorno prima della partenza si consiglia di verificare il corretto funzionamento di tutte le serrature degli accessi dall’esterno.

3. SIATE SOCIAL, MA ANCHE SVEGLI. Impostazioni di privacy e sicurezza dei più comuni social network non sempre sono così semplici da usare, tanto da essere perfettamente certi di cosa rimanga leggibile a tutti. Sempre meglio non condividere troppi dettagli sulle proprie vacanze – come date di partenza e rientro – per essere sicuri che i malintenzionati utilizzino queste preziose informazioni.

4. VICINI DI CASA. Poter contare sull’aiuto di qualcuno anche quando si è lontani rappresenta un grande valore aggiunto. Che si tratti di parenti o più facilmente vicini di casa di fiducia, l’ideale è chiedere il loro supporto per ritarare la posta o gli avvisi di mancate spedizioni, in modo da non fornire ai ladri chiari segnali di una prolungata assenza da casa. Allo stesso modo, per chi abita in villetta, un paio di astuti stratagemmi consistono nel far portare fuori i bidoni della spazzatura nei giorni di raccolta dedicati o di far parcheggiare la loro macchina nel proprio giardino.

5. ANTIFURTO VISIBILE. Un buon metodo per prevenire le intrusioni domestiche è scoraggiare i ladri, facendo apparire l’abitazione più un rischio che un invito. Per questo, chi già possiede un antifurto, non solo deve sempre assicurarsi che questo sia in funzione quando la casa è incustodita ma anche che sia ben visibile dall’esterno.

6. OCCHIO AI DOPPIONI. Soprattutto a chi abita in una casa indipendente capita di nascondere qualche copia delle chiavi in posti considerati “sicuri” in caso di emergenze – come dimenticare il classico vaso del giardino! Tuttavia i ladri sono particolarmente esperti a scovare questo tipo di nascondigli, quindi è bene assicurarsi di aver tolto tutte le copie di chiavi nascoste intorno alla proprietà prima di partire.