Connettiti con noi

Business

Gentili Mosconi acquisisce il 70% di Tintoria Comacina

Prima acquisizione per il Gruppo guidato dal Ceo Francesco Gentili, che conferma la propria strategia di investire nel territorio comasco per preservare artigianalità ed expertise

Francesco Gentili-Gentili Mosconi Francesco Gentili, Ceo di Gentili Mosconi

Prima acquisizione per il Gentili Mosconi, gruppo attivo nella creazione, produzione, stampa e personalizzazione di tessuti naturali a servizio dei principali player internazionali del lusso. La società, quotata sul mercato Euronext Growth Milan di Borsa Italiana, ha annunciato l’acquisizione del 70% di Tintoria Comacina, azienda della provincia di Como con più di 40 anni di storia, specializzata in tintura e finissaggio di tessuti serici classici come seta crepe, raso e chiffon; miste con cachemire e lana e ancora con lurex, cotoni e nylon.

La strategia di Gentili Mosconi

L’operazione, si precisa in una nota, è il primo passo del Gruppo guidato dal Ceo Francesco Gentili che punta alla creazione di un polo centrale di sinergie internalizzando competenze e fasi cruciali del processo produttivo. L’acquisizione risponde inoltre all’obiettivo di Gentili Mosconi di preservare l’imprenditorialità e l’artigianalità delle realtà del territorio, nella logica di tutelarne il know-how, le professionalità e la secolare tradizione tessile comasca riconosciuta in tutto il mondo.

L’operazione è stata realizzata in collaborazione con i precedenti azionisti Angelmaria Bianchi e Paolo Maggienga che mantengono una quota di minoranza –  rispettivamente del 10% e del 20% – garantendo una perfetta continuità dal punto di vista della gestione di Tintoria Comacina che con l’ingresso nel gruppo Gentili Mosconi potrà beneficiare di un rafforzamento nell’operatività e nell’innovazione dei processi produttivi, oltre alla visibilità e alla creazione di importanti sinergie, nell’intento di registrare entro un paio di anni  una crescita del giro d’affari.

“Siamo molto soddisfatti di aver perfezionato questa operazione”, ha commentato Gentili. “A un anno dalla quotazione in Borsa, abbiamo messo a segno un primo tassello del progetto di sviluppo presentato ai nostri investitori che vede tra gli obiettivi quello di utilizzare la raccolta come booster per accelerare il progetto di integrazione e crescita di Gentili Mosconi tramite operazioni strategiche e acquisizioni. Al di là del valore economico, questa acquisizione è per noi strategica e di sostanza grazie alle competenze e alle forti valenze tecniche che ben si adattano alle esigenze di processo di Gentili Mosconi. Vediamo anche altre opportunità sul mercato e abbiamo sul tavolo dossier anche in altri ambiti che valuteremo con la giusta attenzione”.