Connettiti con noi

People moving

Francesco Milleri resta al vertice di EssilorLuxottica. “Mandato di transizione”

Il presidente e a.d. della multinazionale dell’eyewear è stato confermato in Cda dall’assemblea dei soci con oltre l’80% delle preferenze. Il top manager italiano: “Alla fine di questo mandato la governance evolverà verso i migliori standard internazionali”

Francesco-Milleri-EssilorLuxottica

Con l’82,9% delle preferenze, Francesco Milleri – attuale presidente e amministratore delegato di EssilorLuxottica, è stato confermato al vertice del gruppo dall’assemblea dei soci riunita a Parigi. Come da proposta dell’azionista di maggioranza Delfin – holding della famiglia Delvecchio, che detiene il 32,5% del capitale di Essilux – sono stati confermati i componenti uscenti del Cda, tra i quali Paul du Saillant, vice amministratore delegato di EssilorLuxottica, Romolo Bardin, amministratore delegato di Delfin, e Mario Notari, cooptato nel consiglio dopo la scomparsa di Leonardo Del Vecchio nel 2022.

Successivamente il nuovo consiglio di amministrazione di EssilorLuxottica confermerà formalmente Francesco Milleri e Paul du Saillant al vertice del gruppo per un mandato triennale. Questo Cda sarà il primo a entrare in carica dopo la scomparsa del fondatore di Luxottica, Leonardo Del Vecchio. “Con Leonardo Del Vecchio sognavamo un grande gruppo, un campione europeo, ricco di giovani talenti, innovazione e tecnologia. Oggi celebriamo la realizzazione di questo sogno”, ha dichiarato Milleri aprendo i lavori dell’assemblea degli azionisti, durante la quale ha escluso spin-off nel breve termine per i marchi del Gruppo, mentre ha assicurato che il management è concentrato sull’attività di M&A: “spero che potremo mostrare al mercato che la nostra attività sarà forte e veloce nei prossimi anni”.

EssilorLuxottica, Francesco Milleri assicura: “Mandato di transizione”

La scelta di conferire a Francesco Milleri sia la carica di presidente sia di amministratore delegato del Gruppo EssilorLuxottica è stata contestata dal proxy advisor Iss. Considerazioni sulla governance che Milleri, secondo quanto riportato dall’agenzia Radiocor, ha definito “non sbagliate, anzi credo che siano giuste. Forse vanno considerate in un tempo più lungo: noi veniamo da una perdita così importante (quella di Leonardo del Vecchio, ndr), abbiamo chiuso questo mandato in una situazione anche di pressione, di emergenza”. Il presidente e a.d. di Essilux non ha escluso novità all’orizzonte nella governance. “Questo è il mandato della transizione, spero che alla fine di questo mandato anche la governance evolverà verso i migliori standard internazionali”, ha affermato. “Nonostante questo, credo che la nostra governance sia una delle migliori oggi in Europa”.