Chiara Sbarigia prima presidente di Apa

Chiara-Sbarigia-ApaStefano Bozzani

Chiara Sbarigia è la nuova presidente dell’Associazione produttori audiovisivi, la prima donna in trent’anni eletta alla guida di Apa.

Tra gli obiettivi principali di Sbarigia alla guida dell’associazione ci sarà, innanzitutto, la necessità di recuperare, si precisa in una nota di Apa, “una forte funzione rappresentativa, istituendo un dialogo costante, anche con appuntamenti formali, con il Governo, con tutte le associazioni di categoria, con le controparti industriali e dei lavoratori, per assicurare la dovuta attenzione a una filiera che è da sempre garanzia di indipendenza e pluralismo industriale e creativo, anche a beneficio degli spettatori”.

Chiara Sbarigia ha riconfermato la squadra della presidenza, garantendo continuità alla governance di Apa. Restano quindi in carica i quattro vicepresidenti Gabriella Buontempo (Clemart), Matteo Levi (11 Marzo Film), Giovanni Stabilini (Cattleya) e Iginio Straffi (Rainbow).

Il profilo di Chiara Sbarigia

Romana, laurea con lode in Lettere, Sbarigia entra nel 1994 in Apt, poi divenuta Apa, scalando tutte le posizioni fino a essere nominata direttore generale nel 2003 e presidente dell’Apa Service nel 2020. Nel corso degli anni ha gestito l’internazionalizzazione e la formazione del settore e ha fondato e diretto operativamente il RomaFictionFest e il Mercato internazionale dell’audiovisivo (Mia). È giurata al Premio Strega, al Festival delle serie tv di Montecarlo e fa parte del Collegio soci fondatori – Fondazione Cinema per Roma. Dal 2021 ricopre la carica di presidente di Cinecittà.

© Riproduzione riservata