Connettiti con noi

People

Chi è Emanuele Orsini, l’imprenditore prossimo presidente di Confindustria

Votato a larga maggioranza dal Consiglio generale di Viale dell’Astronomia, sarà il sostituto di Carlo Bonomi

Confindustria Emanuele Orsini Emanuele OrsiniCredits: Confindustria

Per l’ufficialità bisognerà attendere il 23 maggio, quando l’Assemblea dei delegati sarà chiamata a eleggere il 32° presidente di Confindustria, ma si tratta perlopiù di una formalità: il Consiglio generale di Viale dell’Astronomia ha già designato Emanuele Orsini come successore del presidente uscente Carlo Bonomi. Orsini, che resterà in carica fino al 2028, ha ottenuto un largo consenso: a votarlo 147 votanti sui 173 presenti alla riunione del Consiglio generale.

L’imprenditore emiliano era arrivato in Consiglio come unico nome al voto, dopo il recente passo indietro dell’altro candidato, Edoardo Garrone. “Edoardo ha fatto un atto di grande responsabilità, è una persona che stimo e rispetto tantissimo”, ha affermato Orsini dopo il voto, rilasciando alcune dichiarazioni ai giornalisti fuori dalla sede romana dell’associazione. Il passo indietro di Garrone “ha messo me nelle condizioni di poter scegliere la squadra in totale responsabilità per mettere al centro i capitoli del programma, le migliori persone nei capitoli che andremo a costruire. È l’unico modo per far sì che la squadra della nuova presidenza sia forte”.

Per Orsini sarà “un enorme onore” guidare Confindustria, che “punta a essere centrale, di prospettive e piena di proposte, che vorrà fare sintesi per poter dare al governo, in Italia, e all’Europa soluzioni per la crescita delle imprese”. Programma e squadra di Orsini saranno presentati e votati il prossimo 18 aprile in Consiglio generale.

Il profilo di Emanuele Orsini

Classe 1973, originario di Castelvetro di Modena, Emanuele Orsini sarà il secondo imprenditore emiliano a guidare Confindustria dopo Luca Cordero di Montezemolo. Già presidente di Federlegno e vicepresidente uscente della Federazione con deleghe per il Credito, la Finanza e il Fisco, Orsini è un imprenditore di seconda generazione. Nel 2014 assume l’incarico di amministratore delegato dell’azienda di famiglia, la Sistem Costruzioni, attiva in Italia e all’estero nel settore dell’edilizia in legno. Nel 2020, in seguito alla scomparsa del suocero Lanfranco Friandri, fondatore dell’alimentare Tino Prosciutti, Emanuele Orsini diventa presidente e amministratore delegato anche dell’azienda parmense.
Secondo quanto riportato da il Resto del Carlino, il Gruppo guidato da Orsini – che comprende anche partecipazioni in un’altra decine di società – vanta un fatturato di 110 milioni di euro.