Connettiti con noi

People

Cavalieri del Lavoro: premiati anche 25 tra i migliori studenti d’Italia

Il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, consegna le onorificenze annunciate lo scorso maggio. Premiati anche i nuovi Alfieri del Lavoro. Ecco tutti i nomi

Sono state consegnate questa mattina al Quirinale le onorificenze ai 25 Cavalieri del Lavoro nominati dal Capo dello Stato Sergio Mattarella la scorsa primavera. Insieme ai neo Cavalieri del Lavoro sono stati premiati anche gli Alfieri del Lavoro, 25 tra i più bravi studenti d’Italia. Il vicepresidente della Federazione nazionale dei Cavalieri del Lavoro, Lorenzo Sassoli de Bianchi, ha sottolineato il legame tra chi ha saputo eccellere nel lavoro e chi negli studi: “Dai più giovani traiamo una spinta fortissima verso produzioni, consumi e tecnologie sostenibili, verso un uso più responsabile delle risorse. I giovani ci spingono al cambiamento e noi dobbiamo attuarlo con immediatezza”.

Il valore dei Cavalieri del Lavoro all’economia italiana

Sassoli de Bianchi ha poi sottolineato l’importante ruolo giocato dai Cavalieri del Lavoro nella nostra economia. “Da una recente ricerca emerge che le aziende dei Cavalieri del Lavoro hanno fatto registrare nel 2021 una significativa propensione agli investimenti: oltre il 3,5% del fatturato, rispetto a una media nazionale dell’1%. Essere un’eccellenza comporta grandi responsabilità e noi le assumiamo con consapevolezza. Non solo, le assumiamo con l’umiltà di chi sa che la strada maestra per costruire il domani è rivolgersi anche ai più giovani per trarre ispirazione dai loro auspici e portare alla luce il futuro di cui sono in attesa. Non vogliamo che il presente sia solo disorientamento, incertezza e precarietà, ma anche animazione della forza creatrice che ha caratterizzato la nostra storia”.

Grandi uomini e donne d’impresa insieme a nuove generazioni

Nel corso del suo intervento il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha sottolineato il ruolo dei Cavalieri del Lavoro “che con il loro impegno danno forza alla nostra economia e alla nostra società, contribuendo alla crescita civile dell’Italia e al suo prestigio nel mondo, con l’innovazione di cui sono protagonisti e con i posti di lavoro creati”. Mattarella ha poi sottolineato il legame tra i Cavalieri e gli Alfieri del Lavoro: “La suggestione di questa cerimonia proviene dall’incontro tra uomini e donne di impresa che hanno saputo conquistare posizioni di rilievo e giovani che promettono di mettere a frutto risorse di intelligenza e di creatività”.

Chi sono i 25 Cavalieri del Lavoro 2022

I 25 Alfieri del Lavoro, tra i migliori studenti d’Italia

Istituito nel 1961 in coincidenza del centenario dell’Unità d’Italia, il Premio “Alfieri del Lavoro” è promosso dalla Federazione nazionale dei Cavalieri del Lavoro ed è destinato ogni anno a 25 studenti che abbiano terminato la scuola secondaria superiore con il massimo dei voti. Il numero dei premiati è legato a quello dei Cavalieri del Lavoro, a rimarcare la continuità dell’impegno nello studio e nella vita. Agli Alfieri del Lavoro va l’attestato d’onore e la Medaglia del Presidente della Repubblica.

I 25 Alfieri del Lavoro selezionati nel 2022 sono: Vittoria Altomonte (Reggio Calabria), Giulia Benedettini (Livorno), Giacomo Calogero (Lecce), Ionut Cicio (Roma), Elena D’angelo (Chieti), Alberto De Siena (Caserta), Leonardo Deambrogio (Alessandria), Luigi Foreste (Napoli), Zakaria Ghouiza (Perugia), Anna Beatrice Grandi (Modena), Alessia Grattarola Di Stefano (Savona), Luigi Ingala (Enna), Eleonora Liani (Viterbo), Adelaide Librizzi (Messina), Nicole Messina (Ancona), Stefano Francesco Mininni (L’Aquila), Chiara Montaguti (Forlì – Cesena), Leonardo Novarini (Verona), Rahela Pashaj (Taranto), Camilla Maria Pedrazzo (Biella), Samuele Riva (Bergamo), Alice Rizzo (Cosenza),Giuseppe Scialpi (Bari), Rebecca Maria Sole Tacconi (Bolzano), Greta Talamona (Varese).

Credits Images:

Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella con i Cavalieri del Lavoro nominati nel 2022