Connettiti con noi

Attualità

Satispay disponibile anche per i minorenni

La società italiana di mobile payment rende disponibile il suo servizio anche ai giovani dai 14 anni

architecture-alternativo

In Italia ci sono oltre 2 milioni di adolescenti, la maggior parte dei quali ha già un proprio smartphone ed è abituata a destreggiarsi tra le diverse app in un contesto economico dove l’uso dei contanti è sempre più in calo, passando dall’82% delle transazioni nel 2019 al 69% nel 2022. È in questo contesto che la società di mobile payment Satispay annuncia la disponibilità del suo servizio anche per i minorenni.

A partire da oggi, ragazze e ragazzi dai 14 anni potranno utilizzare in autonomia la piattaforma della società italiana, che presenta un sistema di pagamento alternativo e indipendente dai circuiti tradizionali delle carte di credito e debito.

“Siamo contenti di poter presentare oggi questa novità perché risponde a un bisogno molto presente nella nostra community”, ha dichiarato Alberto Dalmasso, Ceo e co-fondatore di Satispay. “Accompagnare i ragazzi nella scoperta degli strumenti digitali è di estrema importanza per promuoverne un utilizzo responsabile, anche per quanto riguarda i pagamenti e la gestione del denaro. La tecnologia può offrire enormi opportunità e Satispay vuole essere una porta di accesso a questo mondo anche per i più giovani, mettendo a loro disposizione uno strumento sicuro che, oltre a semplificare la loro quotidianità e la gestione della “paghetta”, li avvicini a un percorso di consapevolezza rispetto al valore del denaro e come viene amministrato”.

Come funziona Satispay per i minori di 18 anni

Per accedere a Satispay ai giovani basterà scaricare lʼapp sul proprio smartphone e registrarsi inserendo i propri dati identificativi, indicando un genitore o un tutore legale che potrà autorizzare la creazione dell’account, solo se iscritto. Il wallet potrà essere così ricaricato ricevendo denaro dai famigliari, che potranno anche impostare un budget ricorrente, come una paghetta digitale, che i giovani potranno utilizzare per fare acquisti nei negozi o e-commerce che accettano Satispay e rientrano nelle categorie merceologiche autorizzate per i minori, o per scambiare soldi tra amici.

Tutte le transazioni possono avvenire solo nei limiti del saldo disponibile, e non utilizzando i contanti si riducono anche i rischi associati a furto o smarrimento. All’interno dell’app, i ragazzi possono tenere traccia delle proprie spese e grazie alla funzionalità Risparmi, creare dei Salvadanai da alimentare con accantonamenti settimanali o cashback e arrotondamenti sui pagamenti effettuati, iniziando a comprendere il valore anche dei piccoli importi per realizzare i loro desideri.