Connettiti con noi

Attualità

Nutella e i suoi primi 60 anni (portati benissimo)

La mente creativa di Michele Ferrero nel 1964 ha sviluppato e sperimentato un prodotto adatto alle nuove esigenze dei consumatori sulla scia del boom economico, che fosse commerciabile in ogni mercato

Nutella-60-anni

Il marchio Nutella festeggia oggi i suoi primi, bellissimi, 60 anni. Il 20 aprile del 1964 Michele Ferrero fece uscire dalla fabbrica di Alba, nelle Langhe piemontesi, il primo vasetto della mitica crema creata con nocciole, zucchero e il poco cacao disponibile allora.
Da tempo, infatti, il fondatore dell’azienda dolciaria stava pensando e sperimentando un prodotto adatto alle nuove esigenze dei consumatori, che in quegli anni iniziavano a vivere più agiatamente, e che fosse commerciabile in ogni mercato. Se tanto successo aveva avuto la Supercrema, Michele Ferrero provò a migliorare ulteriormente la formula e a cambiarle nome, per lanciarla sui mercati esteri. Nacque così Nutella (dalla parola nut che in inglese significa nocciola), conosciuta in tutto il mondo e diventata un fenomeno studiato persino dai sociologi, inimitabile ancora oggi.

Dopo il debutto italiano, con il suo caratteristico barattolo e il suo iconico design, Nutella debutta nel 1965 in Germania. L’anno dopo tocca alla Francia e il successo inizia a diventare subito palpabile, anzi gustabile, al punto da raggiungere l’Australia, dove nel 1978 viene costruito il primo stabilimento di produzione extra europeo. Oggi questa crema amata in tutto il globo contribuisce in modo determinate ai 14 miliardi di euro di fatturato del Gruppo, oggi guidato da Giovanni Ferrero.

Nutella

© Murialdo Muratore

Non solo Nutella: il 1964 un anno fondamentale per Ferrero

I primi mesi del 1964 non sono stati caratterizzati solo dal debutto di Nutella. Sempre quell’anno gli uffici direzionali di Ferrero Spa trovano collocazione definitiva sulle colline intorno al capoluogo piemontese, a Pino Torinese. Qui viene realizzata una struttura con ampie vetrate molto moderna per quei tempi, circondata dal verde.
Nello stesso anno in cui Ferrero si insedia a Pino Torinese cambia anche il marchio, registrato il 2 aprile 1964. Lasciato il corsivo minuscolo, la scritta appare adesso in lettere maiuscole dorate con un carattere graziato. Il cambiamento del logo, invariato da allora, viene sostenuto da una vasta campagna pubblicitaria istituzionale.