Connettiti con noi

Attualità

Mido 2024 al via: atteso un record di presenze

architecture-alternativo Credits: Photo by Tullio M. Puglia/Getty Images for Mido

Oltre 1.200 espositori (il 25% in più rispetto allo scorso anno), provenienti da 50 Paesi e che accoglieranno nei 7 padiglioni di Fieramilano Rho visitatori in arrivo da più di 130 nazioni. Sono i numeri della 52esima edizione di Mido, il più importante salone internazionale dedicato all’eyewear in programma a Milano da oggi fino al 5 febbraio.

Atteso un record di presenze

Sulle presenze dei visitatori, operatori, buyer, distributori, giornalisti e professionisti dell’occhialeria, gli organizzatori hanno grandi aspettative alla luce dell’incremento di preregistrazioni rispetto allo scorso anno. “L’attesa per questa nuova edizione è fortissima perché tutto il sistema ha bisogno di ricevere energia per affrontare con ottimismo il nuovo anno”, ammette il presidente di Mido, Giovanni Vitaloni. “La mission di Mido è innanzitutto quella di far incontrare domanda e offerta e incentivare gli accordi commerciali. I nostri espositori e le migliaia di operatori che ogni anno visitano Mido sanno che qui possono concludere affari importanti e cerchiamo di agevolarli fornendo loro tutto il supporto logistico e organizzativo possibile”.

Proprio sull’andamento del settore italiano e sulle prospettive per il 2024 ha fatto il punto la presidente di Anfao, Lorraine Berton: “Chiudiamo un 2023 ancora positivo, export e produzione sono cresciuti, il numero delle aziende è sostanzialmente stabile e gli occupati leggermente in crescita. Nel nuovo anno siamo nuovamente di fronte a un quadro incerto soprattutto a livello internazionale, a discapito delle esportazioni, fondamentali per il nostro settore più che per altri, poiché attivatore della manifattura italiana e cartina di tornasole della nostra competitività nel mondo”.

Gli appuntamenti di Mido 2024

Dal 3 al 5 febbraio, nell’area OttiClub al Padiglione 1, sarà un susseguirsi di appuntamenti, workshop e seminari studiati e pensati per affrontare le più diverse tematiche che riguardano il settore da svariati punti di vista.

Saranno coinvolti personaggi noti come Diego dalla Palma, Ernst Knam, Mara Servetto e Ico Migliore intervistati dal sociologo Francesco Morace in occasione dei Mido MiDday Talks, ogni giorno alle 12 (il progetto proseguirà per tutto il 2024). Spazio anche agli aspetti più pratici delle diverse professioni dell’eyewear, con incontri che analizzano il mercato da diversi punti di vista, per fornire idee e soluzioni concrete a chi ha a che fare con il consumatore finale ogni giorno.

Si parlerà, tra gli altri argomenti, di trend, colori di tendenza per la prossima stagione, linee guida per incentivare gli acquisti degli occhiali da vista e da sole e dell’importanza del “made in” nel mercato dell’eyewear (Market Insight, sabato alle 14 e domenica alle 11). E ancora gli incontri del ciclo HowTo?, pensati per le attività quotidiane dei centri ottici, e seminari su tematiche medico-scientifiche con tavole rotonde di esperti dedicate alla miopia e alla presbiopia.

All’OttiClub ampio spazio sarà anche dato a temi di strettissima attualità come i social media, l’Intelligenza Artificiale, la sostenibilità e l’inclusione. A proposito di quest’ultima, se ne parlerà nel convegno di sabato alle 11 Il linguaggio inclusivo – le parole contano Empowering Optical Women Leadership program in cui saranno presentati i risultati a un anno dall’avvio del programma a sostegno della leadership femminile nell’industria dell’occhialeria, realizzato con Anfao e Fondazione Bellisario.